Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Ecco il rendiconto di Giunta, il 2016 per la Mancinelli: «Parola d'ordine smobilizzare»

L'occasione è stata una cena con il Rotary, dove il sindaco di Ancona ha parlato più di un'ora tirando le somme di questi due anni di mandato. Dal risanamento dei debiti, all'uscita Ovest fino all'ex Metro. E poi gli obiettivi del 2016

Il sindaco Mancinelli ospite del Rotary

L’occasione è stata quella di una cena insieme al Club Rotary Ancona-Conero, dove il sindaco Valeria Mancinelli ha parlato per circa un’ora e mezza, presentando una sorta di rendiconto della sua amministrazione in questi 2 anni e 4 mesi di governo. Poi alla fine uno sguardo al futuro annunciando il tema che monopolizzerà il dibattito politico nel 2016: la smobilizzazione. Dunque la vendita di tutti i beni immobili su cui il Comune paga un maxi mutuo e l’”uscita” dagli uffici in cui paga l’affitto. «Noi paghiamo una rata annuale di mutuo di 12 milioni euro all’anno per mantenere i beni immobili - ha detto il primo cittadino - Con la metà, di quella cifra si potrebbe intervenire sul doppio delle strade su cui stiamo intervenendo ora, per cui la parola d’ordine è smobilizzare per avere le risorse. E’ questo il tema da discutere in consiglio già nel primo mese del 2016». 

CONTI. Ma per la maggior parte, il sindaco ha sottolineato i risultati di questa amministrazione: su tutti quelli che riguardano il risanamento, anche solo parziale, di alcuni conti. «Abbiamo sanato un debito di 1,8 milioni di euro e siamo rientrati del debito di 6 milioni di euro maturato dal Teatro Stabile e se tutto va bene, dopo anni, potremo anche chiudere in positivo di 70mila euro». Si è soffermata molto su questioni contabili ma, come ha detto lei stessa «oggi la politica ci chiede di fare i conti con delle risorse che devono essere recuperate per dare il via a progetti futuri». 

APPALTI SBLOCCATI. Nel frattempo il mondo cammina e sono state ricordate le varie opere in cantiere, sbloccate con questa amministrazione. A partire dal campo di football delle Palombare, piazza Cavour, i lavori di restauro della Mole Vanvitelliana e l’ex Metro che «entro il dicembre 2016 sarà acceso con tutti i negozi operativi». Ed entro fine anno il sindaco ha garantito la presentazione del progetto che riguarderà piazza Pertini e il Mercato delle Erbe, con i quali si potrà trovare una svolta con l’ingresso di privati.

STRADE. «Erano 10 anni che Ancona non rispondeva al debito manutentivo su strade per 650 Km - ha detto la Mancinelli - Siamo intervenuti su 25 km di strade utilizzando 3 milioni di euro». 

TASSE. L’interazione tra tutti i comuni della provincia e l’Anconambiente ha portato all’elaborazione di un progetto che abbatterà i costi del 20%: questo significa che a breve i cittadini avranno una riduzione della tassa sui rifiuti (Tari). 

CONSORZIO ZIPA. Un buon Comune sa anche quando è il momento di far cessare le attività di chi non opera più in attivo. Il consorzio aveva le domande di nuove aree attrezzate per la  creazione di capannoni ferme da anni. Un fatto che per le casse pubbliche significava perdite per centinaia di migliaia di euro all’anno. «Quando una cosa non serve più e ha esaurito la sua missione si chiude» ha detto il sindaco. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il rendiconto di Giunta, il 2016 per la Mancinelli: «Parola d'ordine smobilizzare»

AnconaToday è in caricamento