Mafia nelle Marche, Leonardi (FdI): «Istituire un Osservatorio Permanente»

La capogruppo di Fratelli d'Italia Elena Leonardi ha depositato un atto sulle infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale marchigiano

Agromafia

A poche settimane dalla presentazione della mozione contro la mafia nigeriana e la richiesta al Governo di un maggiore impegno nella nostra regione, la capogruppo di Fratelli d'Italia Elena Leonardi ha depositato un atto sulle infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale marchigiano. 

«L'atto regionale - commenta Fratelli d'Italia - evidenzia come anche nelle Marche oltre ai pericolosi e milionari traffici di droga esistano numerose altre attività di riciclaggio di denaro sporco che coinvolgono innumerevoli settori dalla gestione di centri commerciali, all'edilizia privata e pubblica, dallo smaltimento dei rifiuti alle società immobiliari, fino al gioco d'azzardo on line e all'usura. Ad affermarlo sono autorevoli esponenti della lotta alla mafia o studiosi di questo fenomeno, come il Magistrato Nicola Gratteri, il Commissario per il Coordinamento delle Attività Antiusura, Domenico Cuttaia, il Procuratore Generale delle Marche Sottani, il quale, nel giugno scorso ha evidenziato il “pericolo delle infiltrazioni mafiose nella ricostruzione con nomi legati al crimine organizzato». Lo dicono i rapporti della Direzione Nazionale dell'Antimafia e il Procuratore Nazionale Antimafia. Si ricordano infine le dichiarazioni del Procuratore Generale di Ancona Macrì, il quale ha descritto un «substrato sociale marcio, un intreccio di lobby, poteri forti, consociativismi, giri di cocaina e soprattutto infiltrazioni mafiose». La mozione della Leonardi evidenzia, come messo nero su bianco da Gratteri, «come si assiste oggi ad un'evoluzione delle tradizionali attività criminali in direzione di un'imprenditoria mafiosa moderna, caratterizzata da modalità operative agili e funzionali a penetrare la realtà socio-economica con sistemi sempre più corruttivi e collusivi».

Per Leonardi il Consiglio Regionale delle Marche deve dare un segnale concreto e non demagogico: «è necessario evitare che si instauri, se non si è in alcuni casi instaurato va spezzato, un regime di complicità e omertà che favorisce l'infiltrazione mafiosa anche nella nostra regione un tempo scevra da queste forme di criminalità. La lotta va fatta con controlli anche nelle pubbliche amministrazioni e nei rilasci di permessi o appalti. Nella mozione la rappresentante del partito della Meloni chiede innanzitutto un impegno all'intero Consiglio e alla Giunta Regionale ad istituire urgentemente un Osservatorio Permanente per il contrasto alla criminalità organizzata e mafiosa nelle Marche e ad istituire un Tavolo della Legalità per le Marche, con funzione di confronto tra esponenti della società marchigiana sul fenomeno del contrasto alla criminalità organizzata e mafiosa, della sua prevenzione e della promozione della cultura della legalità».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento