M5S, Patrizia Terzoni: «Bene le due ordinanze del Commissario per il Sisma»

La vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera commenta positivamente l'iniziativa del Commissario Straordinario Legnini. «Momento durissimo per il paese, così si viene incontro a tanti cittadini e professionisti impegnati nella ricostruzione»

Il Commissario Straordinario per il Sisma 2016 Giovanni Legnini ha emanato due ordinanze per recepire le norme introdotte dal Parlamento ormai già da un anno.

Così Patrizia Terzoni del Movimento 5 Stellevicepresidente della Commissione Ambiente della Camera commenta l'iniziativa del Commissario Straordinario: «Finalmente - dice - si viene incontro a tanti cittadini e professionisti impegnati nella ricostruzione. In particolare è di fondamentale importanza l'ordinanza relativa all'articipo del 50% dell'onorario spettante ai tecnici coinvolti nella progettazione degli interventi di ricostruzione. In un momento di straordinaria difficoltà per il paese ogni provvedimento che può dare sostegno a lavoratori e cittadini è un piccolo passo in avanti. Il Parlamento aveva varato queste norme gia da tempo nel Decreto Genova, ma per diversi problemi di ordine amministrativo-contabile non sono stati applicate fino ad oggi. Serve velocizzare l'attuazione concreta delle scelte politiche gia fatte affinché si tramutino in attività concrete su un territorio che vede arrivare emergenze su emergenze. Manterremo sempre un'attenzione speciale per le aree colpite dal Sisma, si deve ripartire tutti assieme».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento