M5S: "Facciamo Ecoscuola", 20 mila euro all'istituto Laeng-Meucci

Il Progetto presentato dall’istituto osimano è intitolato “Sicurezza e riqualificazione - riprendiamo i nostri spazi”

Studenti

OSIMO - Il Movimento 5 Stelle dona trentamila euro a due scuole di Osimo tramite l’iniziativa Facciamo Ecoscuola, un’iniziativa promossa dai pentastellati con l'obiettivo di sostenere gli istituti scolastici in piccole spese utili a migliorare sia le strutture scolastiche che la loro didattica, con un focus specifico sulla sostenibilità ambientale, la sicurezza degli edifici e l’eliminazione di barriere architettoniche.


«I fondi donati alle scuole - spiega il comunicato - derivano dal taglio volontario delle indennità dei portavoce del Movimento 5 Stelle, fondi restituiti da parlamentari e consiglieri regionali. Le scuole che hanno partecipato hanno presentato l’idea progettuale senza doversi iscrivere alla piattaforma del Movimento, né dare visibilità a “Facciamo EcoScuola” né tantomeno partecipare ad iniziative politiche.  Il voto ha riguardato circa mille progetti anonimi in tutta Italia, di cui 28 presentati dalle scuole marchigiane, ed i votanti hanno trovato soltanto i codici dei progetti, i titoli, le descrizioni, importi richiesti, finalità e le tipologie di scuola (scuola di primo o secondo grado) al fine di consentire una valutazione basata esclusivamente sulla qualità delle proposte».

Fra le 28 scuole marchigiane l’Istituto I.I.S. “Laeng Meucci” di Osimo si è classificato al primo posto in tutte le Marche, con 106 voti, e riceverà un fondo di ventimila euro. Il Progetto presentato dall’Istituto è intitolato “Sicurezza e riqualificazione - riprendiamo i nostri spazi” «ed è rivolto alla rigenerazione degli spazi scolastici - prosegue la nota -  utilizzo per iniziative culturali, sociali e aperte alla comunità, piantumazione, realizzazione di orti scolastici, consistenti in un campetto dismesso ed una area verde inutilizzata, “riduzione dell’impronta ecologica” per “l’efficientamento energetico e fonti rinnovabili (installazione d’impianti fotovoltaici, installazione d’impianti di compostaggio, riduzione del consumo e/o recupero dell’acqua)».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Istituto Comprensivo Fratelli Trillini di Osimo è arrivato al quarto posto nelle Marche e si aggiudica un fondo da diecimila euro. L’Istituto ha presentato un progetto intitolato “Aula 3.R: Recupero, Riciclo, Riutilizzo” e la vision del progetto è riqualificare gli spazi scolastici riducendo l’impatto ambientale attraverso scelte più ecologiche. Con il progetto si vuole recuperare in modo sostenibile un’aula dell’istituto scolastico “Marta Russo” con materiali ecologici e riciclabili; riutilizzare l’aula in modo più efficace, sia in orario scolastico che extrascolastico, e dotarla di attrezzature più funzionali alle attività; offrire alla comunità del territorio uno spazio per l’organizzazione di eventi culturali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, il nuovo presidente della Regione è Francesco Acquaroli - LA DIRETTA

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Va a votare, viene presa a calci e pugni da uno sconosciuto: choc al seggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento