Andrea Quattrini, M5S Ancona
Politica

M5S: “Un anno di Sindaco PD, se questi sono i risultati…”

“Cara Sindaco, dopo un anno la città è più pulita? La manutenzione stradale è migliorata? La tassazione per i cittadini è aumentata o è diminuita? La maggiorazione IRPEF è al massimo consentito e la IUC è ai livelli più alti d'Italia”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Leggiamo oggi sui giornali le dichiarazioni trionfali del Sindaco ad un anno dal suo mandato: è incredibile come sia riuscita a superare pure Renzi, che solitamente si limita ad annunciare le cose che sta per fare, mentre lei ha spacciato per fatte cose che fatte non lo sono per nulla, oppure fatte sì, ma da altri suoi predecessori.

Cara Sindaco, dopo un anno la città è più pulita? La manutenzione stradale è migliorata? La tassazione per i cittadini è aumentata o è diminuita? La maggiorazione IRPEF è al massimo consentito e la IUC è ai livelli più alti d'Italia.
Il patrimonio del Comune è in malora e in svendita (almeno per le parti più appetibili). Nel frattempo si fanno le varianti "ad personam" per accrescere il valore del Metropolitan del Sig. Longarini. Dov'è il plusvalore che doveva entrare nelle casse comunali, come chiedevano le precedenti amministrazioni?
Emergono "debiti fuori bilancio" cioè nascosti al bilancio cittadino (ai Consiglieri e ai cittadini), come funghi in un bosco dopo la pioggia. Tante spese legali, date ai soliti avvocati a prescindere dagli esiti delle precedenti cause, e applicando le tariffe massime, tanto pagano i cittadini !! E se, come nel caso della Capannina di Portonovo, il legale interno dice di non fare nulla, ci si lancia comunque inspiegabilmente nella solita tenzone che ci vede sempre soccombere. Tanto pagano i cittadini, mentre Sindaco ed Assessori chiudono occhi, orecchie e bocca.
Le Aziende pubbliche continuano a "perdere", mentre le tariffe volano sempre più in alto, come quelle dei parcheggi a Portonovo, o quelle dell'acqua. E intanto, con l'operazione Edma avete rinunciato a buona parte dei proventi pubblici del business del gas, scegliendovi, chiusi nelle vostre stanze, un partner per Multiservizi talmente esperto nelle gare pubbliche da apparire anche nelle cronache giudiziarie.  Ed ora vi apprestate, senza avere il coraggio di approntare una virtuosa politica sui rifiuti, ad affogare quel che resta Multiservizi, ovvero l'importantissima gestione dell'acqua pubblica, sotto il peso degli accorpamenti con le aziende che si occupano del ciclo dei rifiuti, molte delle quali perdono soldi senza soluzione di continuità. Farete andare in malora pure quella, preparando il bocconcino ai privati che saranno visti come i salvatori della Patria per comprarsi acqua e rifiuti a due soldi! Direte: c'è la crisi, è colpa di questo o quello, e mica sono Mandrake!!
Le giustificazioni di chi non sa fare già le conosciamo perché le leggiamo tutti i giorni sui giornali!

Le spese di gestione del Comune aumentano con le figure del Direttore Generale (che non c'era) mentre il Sindaco e gli assessori continuano a lavorare a tempo parziale ma a indennità intera.
Dopo il Tambroni anche l'INRCA si appresta a diventare oggetto di contenziosi (speriamo di no), pericolosissimi.
L'Uscita a Ovest, dopo la storica firma è al palo, mentre per la Quadrilatero vanno in crisi anche le Camere di Commercio.
Per non parlare dell'assenza di un minimo di politica per l'occupazione mentre la Provincia di Ancona conquista un triste primato anche in questo settore.
Certo, il Comune non può fare molto, ma non fa niente neanche per il settore culturale, dove i debiti per lo Stabile sono rimasti e continuano a maturare interessi, mentre le Muse e la lirica vengono relegati ad un ruolo di subordine, nonostante negli anni abbiano mantenuto i bilanci in pareggio.
Si, dopo un anno il cambiamento è in peggio su tutti i fronti! Con la differenza dell'arroganza dei governanti che è cresciuta in modo esponenziale.
Ci sono anche dei risultati? Si! La riapertura della Galleria del Risorgimento e l'avvio dell'ascensore del Palazzo degli Anziani. Peccato che all'inaugurazione si siano dimenticati di invitare chi ne aveva merito, l'ex Sindaco Gramillano!
Anche sul settore Giustizia siamo arrivati a sapere che l'Amministrazione "litiga" anche sulle spese per la carta igienica.
Un bel biglietto da visita per il capoluogo di Regione.
Comunque c'è anche qualcosa di buono: la battuta del 5 per mille per coprire le buche, oppure quella del "non sono Mandrake e ogni giorno ne trovo una nel cassetto", come se il cassetto fosse stato di Mandrake e non dei suoi compari di Partito con cui ha lavorato negli ultimi 30 anni ricoprendo tutti i ruoli possibili e immaginabili.

L'Assessore Sediari chiede scusa per i ritardi sui lavori di Portonovo; l'Assessore Foresi chiede scusa per la targa e per le telecamere. L'Assessore Urbinati non chiede scusa anche se dovrebbe farne tante, così come chi li ha messi lì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S: “Un anno di Sindaco PD, se questi sono i risultati…”

AnconaToday è in caricamento