Politica

Marche, il presidente Ceriscioli: «Punti di primo intervento restino in aree sisma»

Lo ha comunicato il governatore delle Marche Luca Ceriscioli rispondendo alle mozioni presentate dai consiglieri regionali Sandro Bisonni (Gruppo Misto) e Piero Celani (Fi)

«Abbiamo chiesto al ministero della Sanita' il mantenimento dei Punti di primo intervento in tutti gli ospedali di comunita' presenti nelle aree colpite dal sisma». Lo ha comunicato il governatore delle Marche Luca Ceriscioli rispondendo alle mozioni presentate dai consiglieri regionali Sandro Bisonni (Gruppo Misto) e Piero Celani (Fi) con cui chiedevano il mantenimento dei Punti di primo intervento nelle strutture sanitarie dell'Area Vasta 3. A dare la notizia l'Agenzia Dire.

In base alla riforma sanitaria infatti gli ospedali di Matelica, Tolentino e Recanati dovrebbero essere trasformati in ospedali di comunita' con conseguente trasformazione dei punti di primo intervento (Ppi) in punti di accoglienza territoriale (Pat) entro la fine del 2017. Con la lettera inviata al ministro Beatrice Lorenzin la Regione ha richiesto di mantenere i Ppi anche oltre quella data. «Noi abbiamo gia' previsto il mantenimento dei Ppi in quelle strutture ubicate nelle aree colpite dal sisma senza prevedere alcuna scadenza temporale: non e' prevista dunque la trasformazione in Pat- spiega Ceriscioli-. Abbiamo scritto al ministero. Se avremo risposta positiva i Ppi verranno mantenuti. Per noi e' importante questo atto perche' non vogliamo dare alle popolazioni terremotate un segnale di cambiamento in una fase cosi' critica e delicata». In seguito alle comunicazioni del presidente di Regione i consiglieri di minoranza hanno ritirato le mozioni. Il governatore Ceriscioli ha poi anche evidenziato come la riforma dei Ppi funzioni meglio «laddove non c'e' un cambio dei professionisti presenti nelle strutture mentre gli animi si 'scaldano' quando i medici vengono spostati da una sede all'altra».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marche, il presidente Ceriscioli: «Punti di primo intervento restino in aree sisma»

AnconaToday è in caricamento