menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Causa tra Comune e Longarini, Quattrini (M5S): «La Mancinelli si accontenta»

«L’ansia con cui la Sindaca Mancinelli sta aspettando che il Giudice si esprima per quantificare la somma che Longarini dovrà dare al Comune di Ancona, sembra evidenziare una disponibilità ad accettare qualsiasi importo»

L’ansia con cui la Sindaca Mancinelli sta aspettando che il Giudice si esprima per quantificare la somma che Longarini dovrà dare al Comune di Ancona, sembra evidenziare una disponibilità ad accettare qualsiasi importo, purché permetta alla sua Giunta di realizzare qualche opera da sbandierare alla prossima campagna elettorale.

Così facendo, però, ignora i diritti dei cittadini ad essere correttamente indennizzati, se si pensa che per una causa analoga, vinta nei primi gradi di giudizio da Longarini contro lo Stato e attualmente pendente in Cassazione, gli italiani (e quindi anche i cittadini anconetani) potrebbero essere chiamati a sborsare un miliardo e novecento milioni, cifra comprendente anche il presunto danno di immagine che, nella propria causa già vinta, il Comune avrebbe quantificato nella richiesta di indennizzo di 360 milioni di euro circa.

Adesso la Giunta Mancinelli si accontenterebbe, pur di averli subito, della ventina di milioni di euro che il Giudice fece vincolare a Longarini in attesa della sentenza, ma perché se pagano i cittadini il danno di immagine porta fino a un miliardo e novecento milioni di euro di indennizzo, mente se paga Longarini il danno di immagine è zero e la Mancinelli pare voglia accontentarsi di pochi, maledetti e subito?

Senza contare poi, che nella relazione dell’assestamento di bilancio votato pochi giorni fa, gli Uffici comunali hanno messo in guardia la Giunta della situazione molto critica dei conti comunali e consigliato di destinare eventuali incassi di somme all’estinzione di mutui, prima che la situazione diventi insostenibile al punto da rendere impossibile il finanziamento delle opere di manutenzione ordinaria del patrimonio comunale.

I cittadini anconetani devono poter ricevere l’indennizzo che gli spetta, coerentemente con quanto Longarini reclama dallo Stato; non vorremmo che la fame di propaganda della Mancinelli azzeri le nostre aspettative, con il danno di vederci soccombere per importi miliardari con chi vorrebbe chiudere la questione con la città dandoci l’elemosina.

Il MoVimento 5 Stelle in questi anni è sempre stato in prima fila, sia in Consiglio comunale che in Parlamento, con diverse interrogazioni che hanno contribuito ad accendere i riflettori su una sentenza che aveva già consentito a Longarini di pignorare oltre un miliardo di euro al Ministero, di cui 360 milioni destinati al trasporto pubblico. Ora non è il momento di mollare e vigileremo affinché i cittadini possano far valere i loro diritti .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento