Emanuele Lodolini
Politica

Lodolini: "Resilienza e sostenibilità parole chiavi per rilanciare l'economia in ottica green"

Verso una proposta di legge dell’On. Emanuele Lodolini per la costruzione di una strategia nazionale per la lotta al Cambiamento Climatico

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Il concetto di “resilienza” viene da tempo utilizzato dagli urbanisti e dagli economisti per identificare la capacità, sempre più necessaria, dei sistemi urbani moderni di innescare processi di transizione e trasformazione, adattandosi agli effetti locali del cambiamento climatico e sviluppando flessibilità di risposta e di contenimento del rischio. Lo stesso Obama lo ha utilizzato facendo riferimento alla necessità di rinnovare i modelli economici e produttivi per uscire definitivamente dall'attuale crisi. Perché la costruzione di un'economia resiliente  passa attraverso investimenti in infrastrutture, nel ridisegno delle modalit à di progettazione sul territorio e per il territorio, nella costruzione di nuove e più moderne opere di ingegneria in grado di contenere gli impatti del cambiamento climatico.

 Alle Parlamentarie Pd dello scorso dicembre, per eleggere i candidati del Partito alle elezioni politiche, Emanuele Lodolini, oggi Deputato, ha parlato di Resilienza. E' stato ed e' tra i primi politici a livello nazionale a parlarne ed ora si appresta a lavorare ad una proposta di legge in materia. Questo dibattito che si sta sviluppando in ambito internazionale e nazionale sembra non attraversare la politica, ma, anche, se timidamente qualche segnale positivo inizia ad esserci. Da qualche mese l'On. Lodolini ha inteso portarlo attraverso le sue riflessioni nel confronto politico e nell’attività istituzionale.

Dentro tutto questo si inquadra l'impegno che il Parlamentare dorico intende assumersi, ovvero di lavorare per presentare quanto prima un'organica proposta di legge che spinga il governo italiano a definire quanto prima un Piano di Adattamento ai Cambiamenti Climatici in grado di recepire le direttive e le strategie delineate dalla UE e che faccia da quadro normativo per lo sviluppo di Piani di Adattamento Locali . A coadiuvare l'On. Lodolini è l'Ufficio Legislativo del Gruppo Pd alla Camera e l'anconetano Marco Cardinaletti, esperto in politiche comunitarie e sostenibilità.

"Ritengo che affrontare il tema sia necessario non solo per la protezione delle nostre comunità locali e del nostro territorio, - dichiara il deputato anconetano - ma anche per il rilancio della nostra economia e delle nostre imprese. Oggi, grazie al lavoro dell'Istat e del Cnel, si parla finalmente di nuovi indicatori del benessere, ovvero del BES  (benessere equo e sostenibile). Tema che si inquadra nel dibattito internazionale sul cosiddetto “superamento del Pil”, stimolato dalla convinzione che i parametri sui quali valutare il progresso di una società non debbano essere solo di carattere economico, ma anche sociale e ambientale, corredati da misure di diseguaglianza e sostenibilità"

"La crisi che stiamo vivendo anche nei nostri territori rappresenta una grande occasione di cambiamento, un’opportunità per affrontare le questioni aperte da tempo. Dobbiamo provare a trasformare queste difficolt à in nuove opportunità, tenendo i piedi dentro la crisi ma la testa nel futuro.  La crisi è figlia di  anni in cui c'è stata accumulazione senza redistribuzione, crescita senza sostenibilità, profitto senza valori. Oggi dobbiamo portare il Paese fuori dalla crisi, con la forza dei territori"
 
"La sostenibilità e la resilienza sono concetti strettamente connessi fra di loro e condizionano gli sforzi pratici di ci ò che deve essere fatto nella politica, nella governance e nella gestione dei complessi sistemi socio-ecologici, anche a livello locale"

Ecco perchè va introdotto il concetto di “sostenibilità ” dello sviluppo, uno sviluppo che sappia “tener conto della qualità ambientale come elemento trainante dell’economia reale, e della connessa necessità di contenere le esternalità negative dei processi economici e produttivi”.

E’ assolutamente inevitabile, anzi obbligatorio, trovare soluzioni differenti dalle attuali,percorsi alternativi,un’altra e diversa cultura dello sviluppo. E in questo contesto, il concetto di sostenibilità può/deve essere senza dubbio la base per delineare nuove strade possibili, può essere il motore, la spinta per ripartire, per garantire la progressiva uscita dalla crisi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lodolini: "Resilienza e sostenibilità parole chiavi per rilanciare l'economia in ottica green"

AnconaToday è in caricamento