Politica

Teatri, 60100: “Le Muse e la ‘dimenticanza’ da mezzo milione di euro”

Tombolini: “L'albo pretorio svela una novità, diffusa ai pochi e maturata nelle segrete stanze della Giunta: la dilazione dei Canoni di Locazione per gli anni 2012 e 2013 per complessivi 506mila euro”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“L'albo pretorio di oggi svela un'altra novità, diffusa ai pochi e maturata nelle segrete stanze della Giunta. Con atto di giunta n. 169 del 15 Aprile 2014 (affissione all'albo del 16.05.2014) viene concessa alla Fondazione Teatro delle Muse,  la dilazione dei Canoni di Locazione derivanti dal contratto di affidamento tra Comune di Ancona e Fondazione Teatro delle Muse, per gli anni 2012 e 2013 per complessivi 506.264 euro.

Prima che la gestione dei Teatro di proprietà comunale passi in capo al nuovo soggetto Consortile, si è svolta la verifica che ha portato a questa "miracolosa scoperta" tanto che sono stati tutti colti dalla meraviglia di essersi dimenticati di pagare mezzo milione di euro. Pochi spicci di cui qualcuno si è ricordato solo qualche giorno fa!

A memoria però riporto il comunicato stampa delle "Fondazione Teatro delle Muse" che recitava :
Fondazione Teatro delle Muse, bilancio consuntivo 2013 molto positivo
Il Consiglio d’amministrazione della Fondazione Teatro delle Muse ha approvato con grande soddisfazione il bilancio consuntivo 2013 dell’Ente, chiuso con il segno positivo di 129.939,61 euro. (LINK)

Il bilancio è in positivo per 129.939 euro, proclama la ""Fondazione", ma poi viene fuori , e senza pubblici comunicati, che si erano dimenticati di pagare i canoni dovuti per la gestione del Teatro.
Del bilancio della "Fondazione" nulla è possibile dire "nonostante" il fatto che per la trasparenza dovrebbe essere pubblicato. Comunque da semplice "Consigliere Comunale" qualche dubbio sulla gestione trasparente e a questo punto anche sui numeri di bilancio mi sorge, oltre che sul fatto di come sia possibile a bilanci consuntivi approvati tirare fuori da ambo le parti che vi sia stata una "lieve dimenticanza" di cui mai nessuno ha parlato agli amministratori.

La propaganda a "buon mercato" impera, forse per disorientarci dalla sostanza dei fatti che dice tutt'altro.
Speriamo che le carte siano tutte a posto , sarebbe spiacevole che si fosse sottaciuto ai Consiglieri Comunali e agli organi dell'Amminstrazione ai Revisori dei Conti, anche se in buona fede , il mancato pagamento di una cifra così rilevante specie in relazione al fatto che durante tutti gli atti che hanno portato alla formazione della Società Consortile Marche Teatro, la Fondazione è stata sempre rappresentata come modello di efficienza ed efficacia. Un comportamento che se assunto artatamente sarebbe di assoluta gravità!”

Stefano Tombolini (sessantacento)

Allego copia della deliberazione di giunta:

RATEIZZAZIONE AFFITTI fondazione teatro muse

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatri, 60100: “Le Muse e la ‘dimenticanza’ da mezzo milione di euro”

AnconaToday è in caricamento