Legge piccoli Comuni, Terzoni (M5S): «Si realizza un sogno»

«Soltanto nella passata legislatura pareva impensabile trovare anche solo pochi migliaia di euro da destinare ai tanti meravigliosi borghi sparsi qua e là»

«La legge 6 ottobre 2017 n. 158, nata dalla crasi tra un testo di legge a mia firma e un altro formulato dal collega del Pd Ermete Realacci, da oggi entra ufficialmente in vigore. E’ un sogno che si realizza: soltanto nella passata legislatura pareva impensabile trovare anche solo pochi migliaia di euro da destinare ai tanti meravigliosi borghi sparsi qua e là per lo Stivale».Così Patrizia Terzoni, portavoce del Movimento 5 Stelle presso la Camera dei Deputati. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Dopo quasi quattro anni di duro lavoro, invece, ce l’abbiamo fatta. Nelle ultime settimane ho sentito più di un mugugno da parecchi sindaci dei centri sotto i 5 mila abitanti, che rappresentano più dei due terzi del totale dei comuni italiani e in regioni come le Marche coprono la stragrande maggioranza del territorio. Certo, 100 milioni di euro non sono una cifra troppo cospicua, ma consentiranno a tante realtà di avere un piccolo grande aiutino per ciò che riguarda i servizi essenziali, la riqualificazione di edifici in stato di abbandono, la promozione di itinerari turistici, il sostegno a particolari attività produttive legate al territorio, fino alla promozione di misure volte a favorire la promozione della banda larga. Con la speranza, magari, che negli anni a venire la somma venga rimpinguata: dare il via a un progetto virtuoso del genere rappresenta già un decisivo passo avanti. Nella regione Marche, tanti piccoli centri hanno difficoltà ulteriori a causa delle devastazioni prodotte dalle scosse di terremoto dello scorso anno. Un contributo in più, seppur non ingente, può aiutare a mettere in atto misure che evitino il totale spopolamento di quei borghi. L’Italia è piena di piccoli centri meravigliosi: questa legge mira a valorizzarli. E si tratta sicuramente di un punto di partenza, non di arrivo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

  • Reparti Covid sold out a Torrette, scatta il blocco delle ferie per infermieri e Oss

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento