Aziende in crisi, Marcozzi (Fi): «Pd e M5S pensano solo a far chiudere le discoteche»

Duro attacco della capogruppo regionale di Forza Italia: «Se regole ci devono essere, che siano razionali e ragionate»

Jessica Marcozzi, capogruppo regionale di Forza Italia

«Fermiamoli. Mandiamoli a casa, una volta per tutte». Duro intervento di Jessica Marcozzi, capogruppo regionale di Forza Italia. «E’ davvero inammissibile - commenta - che dinanzi a una situazione gravissima come quella che sta vivendo il Fermano, con aziende che continuano inesorabilmente a dichiarare fallimento a causa della crisi, con attività che sono costrette a un balletto normativo imbarazzante e dannoso, l’amministrazione regionale non batta ciglio, in completo stato confusionale. Nel nostro territorio le aziende continuano a chiudere. I distretti sono al collasso. E il Governo in tutto ciò che fa? Si dimentica di inserire le aree di crisi nella decontribuzione e, come se non bastasse, partorisce regole anti-Covid che di fatto stroncano le gambe ai locali che fanno musica e fanno ballare». 

«Se regole ci devono essere, e nessuno può sindacare sul bene superiore della salute pubblica, che siano razionali e ragionate - continua Marcozzi -. Non si possono castigare alcune categorie quando poi si consente, nei fatti, l’assembramento indirettamente in mille altre situazioni. Qui giochiamo anche e soprattutto con migliaia di posti di lavoro in una stagione che, oltretutto, soffre. E come se non bastasse le nostre forze dell’ordine, che non smetteremo mai di ringraziare per quello che fanno, sono chiamate a costanti controlli ma con regole che cambiano dall’oggi al domani. Insomma regna il caos più assoluto. Il Governo, la Regione sono in balìa di loro stessi. Hanno ragionato prima di partorire queste norme?». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Hanno un piano strutturato per calcolarne le conseguenze, anche in termini occupazionali e ricettivi, e per fronteggiare eventuali degenerazioni sul fronte dell’abusivismo? La verità è che sono in stato confusionale e, occupati a ragionare su accordi Pd-M5S pur di mantenere la poltrona, stanno mettendo in ginocchio il Fermano, le Marche, l’Italia. Ma il 20/21 settembre sono sempre più vicini - conclude Marcozzi -, anche se chi sta per essere mandato a casa dagli elettori ha già seriamente compromesso l’economia, il lavoro e l’immagine dei nostri territori». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Focolaio dopo una festa, Pietralacroce col fiato sospeso: anche il parroco in quarantena

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Bambini positivi, classi intere in quarantena: il virus corre nelle scuole dei piccoli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento