Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Jesi: approvato atto di indirizzo per corretta gestione rifiuti

Gianangeli: “La questione è di grande rilevanza poiché, oltre ad interessare l’Ambiente e la Salute, va ad incidere in maniera considerevole direttamente sulle tasche dei cittadini e sui bilanci delle nostre imprese”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Nella seduta del Consiglio Comunale di Jesi del 20 dicembre 2013 è stato approvato a larga maggioranza un importante atto di indirizzo per la corretta gestione dei rifiuti.

La questione è di grande rilevanza poiché, oltre ad interessare l’Ambiente e la Salute, va ad incidere in maniera considerevole direttamente sulle tasche dei cittadini e sui bilanci delle nostre imprese.

L’atto, inizialmente presentato in Consiglio nell’ottobre 2012, è stato poi condiviso con un importante lavoro di approfondimento in Commissione Ambiente, una specifica commissione di studio di cui il Consiglio Comunale di Jesi si è dotato proprio per approfondire tematiche che hanno ripercussioni sull’Ambiente.

In buona sostanza, l’atto è strutturato su 4 punti fondamentali: riduzione a monte della produzione dei rifiuti; raccolta differenziata porta a porta con tariffazione puntuale, sulla base del criterio “chi fa meglio la raccolta differenziata e produce meno rifiuti deve pagare di meno”; massimizzazione del recupero della materia prima post consumo, che consenta di aumentare i ricavi dal “sistema rifiuti”; no alla produzione di combustibile da rifiuto (CDR, CSS, ecc…). Nell’ atto di indirizzo si individuano obiettivi e strumenti, nonché in maniera chiara ed univoca quello che deve e non deve essere fatto.

Ora l’Amministrazione dovrà attenersi alle indicazioni del Consiglio Comunale (organo supremo del Comune) sia per quello che riguarda direttamente le proprie competenze, sia per le decisioni di ambito che si stabiliranno in sede di ATA provinciale.

Credo che il metodo di lavoro adottato in Commissione, fuori dalle singole logiche di appartenenza, approfondendo nel merito le questioni, costituisca un esempio di un modo diverso e nuovo di far politica, più volte richiesto dai cittadini di Jesi ai consiglieri ed a tutte le forze politiche.

La Commissione Ambiente tornerà a riunirsi il giorno 20 febbraio 2014 alle ore 18.00. All’ ordine del giorno, oltre alla attuazione dell’atto di indirizzo sui rifiuti, un aggiornamento sulla situazione fiume Esino, la questione biogas, l’applicazione del principio di precauzione, la “mobilità sostenibile” e la gestione del servizio idrico integrato. (vedere qui la convocazione).

Come già avvenuto per i rifiuti, nel percorso di studio e di lavoro si cercherà di adottare un metodo più possibile condiviso ed aperto al contributo non solo di esperti, ma anche di cittadini, associazioni, ecc…

Per la Commissione Ambiente
Il Presidente
MASSIMO GIANANGELI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesi: approvato atto di indirizzo per corretta gestione rifiuti

AnconaToday è in caricamento