Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica Porto

Autorità Portuale: intesa Governo-Regione su Rodolfo Giampieri

Quello dell'attuale presidente della Camera di Commercio anconetana è il nome sui cui si è trovata l'intesa nel corso di un incontro tra il ministro Maurizio Lupi e il governatore delle Marche Gian Mario Spacca

E’ Rodolfo Giampieri, l’attuale presidente della Camera di Commercio anconetana, il nome sui cui si è trovata l’intesa per l'avvio dell'iter di nomina del presidente dell'Autorità portuale di Ancona. L’accordo è stato raggiunto stamane, nel corso di un incontro tra il ministro Maurizio Lupi e il governatore delle Marche Gian Mario Spacca.

Altro tema in discussione, l'uscita a Ovest. E' stato convocato il general contractor dell'appalto a cui, entro novembre, verrà chiesta la firma dell'affidamento della convenzione o la rinuncia.

VALERIA MANCINELLI, SINDACO DI ANCONA. “Esprimo un’autentica soddisfazione per l’intesa raggiunta sul nome di Rodolfo Giampieri a presidente dell'Autorità portuale di Ancona, non solo perché Giampieri rappresenta un’ottima soluzione, ma anche perché era ed è espressione del territorio che  aveva ed ha il sostegno delle istituzioni locali. Questo conferma che quando le istituzioni locali si muovono compatte e fanno fronte comune, riescono a dialogare alla pari, come deve essere, con lo Stato centrale e ottengono attenzione e risposte.
Questa è la strada maestra da seguire rifiutando invece le vie poco nobili e poco produttive dei santi in paradiso, anche perché di santi in paradiso non ce ne sono più. Un augurio di buon lavoro a Giampieri, con cui siamo pronti a lavorare da subito in sintonia”

IDA SIMONELLA, ASSESSORE AL PORTO.  “La figura di Giampieri è garanzia di sensibilità particolare nei confronti della centralità del porto di Ancona: lavoreremo subito per riportare alla sua attenzione il progetto del waterfront e per concordare un’agenda che fissi le attività volte a restituire al nostro scalo un ruolo centrale all’interno delle strategie nazionali.
Tanto più che ora il porto è inserito ufficialmente come terminale di una diramazione del Corridoio scandinavo mediterraneo e ha l'opportunità di diventare il cuore di un cluster logistico strategico di assoluto rilievo.”

MASSIMILIANO POLACCO. “L'indicazione di Giampieri quale figura di riferimento per una nuova fase di sviluppo dell'area porto – il commento del direttore Confcommercio Imprese per l'Italia Marche e Provincia di Ancona Massimiliano Polacco –, è certamente una scelta di garanzia e di qualità per il futuro di un distretto economico determinante per la nostra regione”. Il direttore di Confcommercio valuta anche positivamente i passi in avanti fatti nella definizione di nodi infrastrutturali come l'autostrada Fano-Grosseto, la società Quadrilatero e l'Uscita a Ovest di Ancona su cui purtroppo non c'è ancora una chiarezza definita. Molto importanti anche gli impegni presi per superare le difficoltà del cantiere per la terza corsia nel tratto Senigallia-Ancona nord con l'obiettivo di terminare i lavori entro maggio 2014 per l’avvio della prossima stagione estiva”.

PAOLA GIORGI, ASSESSORE REGIONALE INFRASTRUTTURE. “E' una grande notizia: Rodolfo Giampieri alla guida dell' Autorità Portuale di Ancona rappresenta una reale occasione per lo sviluppo di uno snodo essenziale per il sistema logistico infrastrutturale regionale che sempre più guarda ai mercati dell’Est e alle loro opportunità. La sua esperienza e la conoscenza del territorio rappresentano elementi fondamentali per inaugurare una nuova stagione del porto di Ancona. È necessario entrare quanto prima nella fase di gestione ordinaria per attuare interventi e programmazione di medio-lungo periodo e funzionali alla crescita dello scalo. Ci siamo già sentiti telefonicamente e abbiamo condiviso la necessità di intraprendere, sin da subito, azioni decise e coerenti con quelle che rappresentano da sempre le priorità della Regione. Ci incontreremo quindi ad un tavolo comune per individuare le linee guida e dare un serio contenuto a parole quali intermodalità e piattaforma logistica su cui le Marche possono puntare con forza. Questa nomina arriva inoltre  in un momento fondamentale anche per la Strategia della Macroregione Adriatico Ionica nel cui ambito, il porto di Ancona, anche alla luce dell'inserimento nei grandi corridoi europei, riveste un ruolo centrale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autorità Portuale: intesa Governo-Regione su Rodolfo Giampieri

AnconaToday è in caricamento