Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Provincia: 600mila euro in interventi per conciliare vita e lavoro

Previsti interventi per la pianificazione e la riorganizzazione del trasporto urbano, extraurbano e della viabilità dedicata, l'attuazione di accordi sulla flessibilità degli orari e dell'organizzazione aziendale

La Provincia di Ancona ha firmato due diverse convenzioni con altrettante associazioni temporanee di scopo, che vedono rispettivamente capofila i Comuni di Senigallia e Chiaravalle, allo scopo di promuovere politiche di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Nella prima ricadono anche i territori di Corinaldo, Monterado, Castelcolonna, Castelleone di Suasa, Ripe, Ostra, Ostra Vetere, Barbara, Serra de' Conti e Arcevia; nella seconda quelli di Falconara, Montemarciano e Monte San Vito.

Le convenzioni avranno la durata di 24 mesi (da marzo 2013 a marzo 2015) e vedranno uno stanziamento di quasi 400 mila euro per l'area del senigalliese e di 200 mila euro per il territorio della Bassa Vallesina. Tali risorse serviranno a finanziare l'attivazione di nuovi servizi di pubblico interesse o il potenziamento di quelli già esistenti, la pianificazione e la riorganizzazione del trasporto urbano, extraurbano e della viabilità dedicata, l'attuazione di accordi sulla flessibilità degli orari e dell'organizzazione aziendale.

In particolare sono previsti interventi per l'ampliamento dell'orario degli asili nido, l'assistenza domiciliare, educativa e dopo scuola per famiglie in difficoltà con anziani o disabili a carico, il potenziamento dei centri estivi. A Chiaravalle, con il contributo del Comune, verrà anche acquistato un nuovo scuolabus ecologico per promuovere la mobilità dei ragazzi nelle attività scolastiche ed extrascolastiche.

"Queste convenzioni - afferma il commissario straordinario della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande - danno continuità alla lunga serie di strumenti e misure che l'ente ha messo in campo negli ultimi anni sul tema della conciliazione. L'obiettivo è quello di creare o potenziare servizi che consentano di garantire una maggiore qualità del lavoro e dello sviluppo locale, con un occhio di riguardo ai casi più disagiati"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia: 600mila euro in interventi per conciliare vita e lavoro

AnconaToday è in caricamento