Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Treni: interrogazione bipartisan sulla tratta Roma-Ancona

Interrogazione bipartisan al ministro Corrado Passera su qualità ed efficienza dei collegamenti ferroviari Roma-Ancona da parte dei senatori delle Marche: "Gravi ritardi e viaggi nient'affatto sicuri"

Interrogazione bipartisan al ministro Corrado Passera su qualità ed efficienza dei collegamenti ferroviari Roma-Ancona da parte dei senatori delle Marche Marina Magistrelli, Silvana Amati, Fabrizio Morri (Pd), Francesco Casoli, Filippo Saltamartini (Pdl), Luciana Sbarbati (Autonomie), Mario Baldassarri (Fli), Salvatore Piscitelli (Cn), e quelli dell'Umbria Anna Rita Fioroni, Mauro Agostini, Francesco Ferrante (Pd) e ad Ada Spadoni Urbani.

L’interrogazione parla di come “il rispetto dei diritti e della dignità dei passeggeri” che usufruiscono del servizio vengano messi “a dura prova”, a causa dei “gravi ritardi e viaggi nient'affatto sicuri” per i passeggeri che compiono quella tratta, in modo particolare per l’Etr.
“Il 21 giugno scorso - ricordano i senatori - il treno delle 9:37 in partenza da Roma si è fermato a Spoleto costringendo i passeggeri a proseguire il viaggio in bus. Nella stessa giornata le porte di un treno pomeridiano della stessa tratta si sono chiuse senza che il sistema di condizionamento dell'aria fosse attivato, lasciando i passeggeri 'sequestrati' nei convogli a una temperatura di 37 gradi”.

Stessa scena anche il 25 giugno. “Davanti ai disagi e soprattutto alla pericolosità oggettiva di questi treni - dicono i parlamentari - chiediamo l'intervento del ministro competente”. Malgrado Trenitalia “sia stata messa più volte a conoscenza dei disagi che i viaggiatori sono costretti ad affrontare, a tutt'oggi nessuna iniziativa è stata ancora adottata”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni: interrogazione bipartisan sulla tratta Roma-Ancona

AnconaToday è in caricamento