Indennità presidenti di circoscrizione: interviene l'ex Presidente

L'ex presidente della I circoscrizione di centro destra, Jacopo Toccaceli, interviene nel dibattito sull'indennità

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Sono Jacopo Toccaceli ex presidente della I circoscrizione ed ex capogruppo di Alleanza Nazionale al consiglio comunale.

Leggo sconcertato l'attacco di un giovane consigliere di centro destra contro il presidente della seconda circoscrizione e vi invio alcune riflessioni su questo tema.

Non entro in merito sulla querelle "giudiziaria" chi fa politica non dovrebbe improvvisarsi novello giudice della corte dei conti, per questo ci sono gli organi competenti, ma dovrebbe entrare nel merito delle questione da un punto di vista di principio e considerare poi la ricaduta di tali principi sulla collettività ed è per questo che sostengo con convinzione che se esiste una indennità giusta è proprio quella dei presidenti di circoscrizione.

Come premesso sono stato presidente della circoscrizione e so benissimo il lavoro a cui è chiamato chi occupa quel posto, un lavoro continuo ed impegnativo realmente al servizio dei cittadini e non è possibile che questo venga sminuito o peggio vanificato semplicemente per la ricerca di un minimo di insignificante visibilità politica.

La circoscrizione è realmente l'organo amministrativo dei cittadini, quello a cui si rivolgono per il problema immediato, quello che tocca il loro quotidiano, spesso banale per chi lo legge ma importante per chi lo vive ... per non parlare di tutto quel lavoro che le circoscrizioni fanno in collaborazione con le associazioni ed i centri per anziani; la circoscrizione annulla la distanza tra politica e cittadino in quanto questi trova sempre un interlocutore ed il cuore di tutto questo è il presidente: credo che una figura dl genere abbia il sacrosanto diritto di ricevere una modesta indennità per tutto il lavoro che fa che di fatto è a tempo pieno ... dico modesta ...ma se dall'indennità togliamo le tasse, le piccole spese quotidiane e consideriamo le ore spese, più che di modesta indennità dovremmo parlare di ridicola indennità.

Purtroppo in Italia oggi si parla poco e si urla molto ed una indignazione generale, a volte giustificata , sta investendo tutti quelli che ricoprono un qualsiasi incarico politico ... quando sento parlare di poltrone d'oro in consiglio comunale mi viene da ridere, posso dire che con i gettoni che prendevo riuscivo a malapena a coprire le spese telefoniche e l'acquisto dei quotidiani ... ma vedere persone elette che essendo parte dell'amministrazione sono al corrente di come stanno realmente le cose si uniscono a questi cori scomposti è semplicemente vergognoso e se poi queste persone elette appartengono al mio stesso schieramento politico la cosa mi preoccupa, mi preoccupa perchè rilevo una cronica mancanza di idee e di progetti, un superficiale impegno che si manifesta solo nell'essere contro e nell'attacare persone che comunque fanno e mi fa capire il perchè gli anconetani nonostante tutto continuino a votare il centro sinistra.

 

Torna su
AnconaToday è in caricamento