Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Dehors e Portonovo, il sindaco Mancinelli incontra il Sovrintendente Gizzi

Gizzi: "Sui dehors non siamo disponibili a riaprire la questione". Mancinelli su Portonovo: "Ordini di demolizione sospesi dal TAR, aspettiamo esame del Consiglio di Stato"

Il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli ha incontrato il Sovrintendente Gizzi. Sul tavolo le questioni del regolamento dei dehors e di Portonovo. Ecco la dichiarazione del Sindaco:

DEHORS. “Nel corso dell’incontro con il Sovrintendente abbiamo posto la questione dei dehors per chiarire i possibili equivoci. Abbiamo ribadito che per l’Amministrazione comunale l’accordo di luglio è tutt’ora valido, dando per scontato che il problema era la sua applicazione. Abbiamo confermato la nostra disponibilità e avanzato proposte per intensificare la vigilanza ed i controlli, nonostante la penuria di uomini e mezzi.
Abbiamo chiesto nel contempo se la Sovrintendenza e la Direzione Regionale erano disponibili a loro volta ad adottare i provvedimenti di loro competenza per l’attuazione dell’accordo di luglio sul quale avevano espresso parere favorevole.
La risposta è stata “No, sui dehors non siamo disponibili a riaprire la questione”.
Il Sovrintendente ha chiesto se il Comune considera di pubblica utilità la presenza dei dehors. Abbiamo risposto di sì, perché riteniamo che servano a far vivere la città ed i suoi monumenti e a consentirne la fruizione ai residenti ed ai turisti: il tutto ovviamente all’interno di regole rispettose della tutela, proprio come quelle “costruite” insieme alla Sovrintendenza e sulle quali a luglio la stessa Sovrintendenza ha espresso formale parere favorevole.
Stupisce che il Sovrintendente oggi consideri tali strutture solo un “favore” agli operatori economici, mentre tre mesi - fa dando parere favorevole alla proposta di regolamentazione - le considerava lui stesso presenze utili alla città e quindi di interesse pubblico.”

PORTONOVO. “Su Portonovo – prosegue il Sindaco Mancinelli – il Comune già da anni ha  avviato le attività di controllo e sanzionatorie, con l’emissione dei relativi provvedimenti, compresi gli ordini di demolizione (anche per il “ristorante” a cui crediamo alluda la Sovrintendenza), ordini però impugnati al TAR e dal medesimo Giudice sospesi e dunque non eseguibili, fino alla sentenza che è del giugno di quest’anno. Sentenza peraltro oggi all’esame del Consiglio di Stato.
Su tali questioni non essendoci nulla da “discutere” e tantomeno “concordare”, ma semmai solo da informare, ci siamo riservati di trasmettere nota scritta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dehors e Portonovo, il sindaco Mancinelli incontra il Sovrintendente Gizzi

AnconaToday è in caricamento