Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica Quartiere Adriatico / Corso Giovanni Amendola

Corso Amendola: il Comune incontra cittadini e commercianti

Presto prenderà avvio il confronto con le categorie interessate e i cittadini residenti per analizzare insieme un ventaglio di proposte che fra l'altro prevedano aree verdi, panchine e possibili piste ciclabili

Ancona, Corso Amendola

Nella Giunta comunale di questa mattina si è tornati a parlare di Corso Amendola. La questione era stata già affrontata nei giorni scorsi nel corso dell’incontro che l’assessore al traffico Roberto Signorini aveva avuto con Susanna Dini presidente della prima circoscrizione, Rossella Sbarbati presidente dell’associazione centro commerciale “Amendola e Co.” e Franco Sciocchetti membro del consiglio dell’associazione.
L’Amministrazione ha deciso di avviare tutta una serie di incontri con i residenti, gli operatori della zona e le categorie interessate, per comprendere come intervenire al meglio nella riqualificazione di questa storica via cittadina impreziosita dalla presenza di decine e decine di artigiani e commercianti.

“Siamo ben consapevoli della situazione in cui versa questa zona della città – esordisce l’assessore Signorini -. Corso Amendola è una delle più trafficate e caotiche vie della città dove la sosta in doppia fila è ormai fisiologica. Quindi dobbiamo cominciare a ragionare insieme su come riconfigurare la via all’interno di una idea di città più vivibile e meno inquinata. Tra l’altro si tratta di un centro commerciale naturale tanto caro agli anconetani che, se valorizzato, sotto il profilo del passeggio e quindi della fruizione della via, oltre che di miglioramento dell’arredo urbano, può contribuire a vivacizzare il quartiere Adriatico, rivitalizzando la zona con una maggiore presenza di visitatori. Un fatto positivo questo, sia sotto il profilo della sicurezza che per il  sostegno alle imprese contro la crisi economica”.

Quindi presto prenderà avvio il confronto con le categorie interessate e i cittadini residenti per analizzare insieme un ventaglio di proposte che fra l’altro prevedano aree verdi, panchine e possibili piste ciclabili, cercando una soluzione il più possibile condivisa,  pensando ad una città in grado di guardare al futuro senza rinunciare alla propria identità.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Amendola: il Comune incontra cittadini e commercianti

AnconaToday è in caricamento