Politica

Inchiesta sulle casette, Lega all'attacco: «Ceriscioli se ne torni a Pesaro»

Il capogruppo Zaffiri, scatenato dopo l'avvio dell'indagine sui subappalti, accusa il presidente della Regione Marche

«Cosa è successo nella regione Marche sulla costruzione delle casette?» si chiede Sandro Zaffiri, capogruppo in consiglio regionale della Lega che va all'attacco dopo la notizia dell'inchiesta della Procura di Ancona sui subappalti del post terremoto. La Lega, che ha anche presentato, mesi fa, un esposto alla Procura di Macerata per denunciare poca trasparenza, se la prende direttamente con il governatore Luca Ceriscioli. Il presidente regionale, in un post pubblicato sui suoi social, aveva invitato la magistratura a usare «al meglio tutti gli strumenti che ritiene opportuni per evitare che una torta così grande faccia gola soprattutto alla criminalità organizzata». 

Secondo Ceriscioli la ricostruzione «è una partita he ha movimentato ad oggi più di mezzo miliardo di euro ed è giusto che apra anche una serie di approfondimenti da quelli contabili a quelli giudiziari». Al Carroccio non basta. «Ciò che sta accadendo non si può eliminare con una sola battuta – denuncia Zaffiri – Ceriscioli è responsabile politicamente anche da prima, sui ritardi nella realizzazione delle casette. È tempo per Ceriscioli di preparare la valigia di di tornare a Pesaro prima che la comunità marchigiana paghi pesantemente un esecutivo senza programmazione e senza un progetto di sviluppo delle Marche».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sulle casette, Lega all'attacco: «Ceriscioli se ne torni a Pesaro»

AnconaToday è in caricamento