IMU, Berardinelli (Pdl): “In arrivo una stangata per le famiglie”

Il consigliere Pdl: “Una famiglia con due figli a carico che abbia pagato 108 euro la prima rata, si troverà a pagare 301,50 euro a dicembre. Una con tre figli può passare da 50 a 218 euro”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"Una brutta sorpresa attende i cittadini di Ancona che il 17 dicembre prossimo dovranno pagare la seconda rata dell’IMU. La sorpresa peggiore sarà per le famiglie numerose che si troveranno a pagare anche il triplo rispetto alla prima rata già pagata, in quanto l’aumento dell’aliquota sino al 5,5 per mille imposto sciaguratamente dal Comune di Ancona, andrà calcolato anche sulle detrazioni scontate nel pagamento della prima rata.
Per fare un esempio pratico, una famiglia con due figli a carico che abbia pagato 108 euro la prima rata, si troverà a pagare 301,50 euro a dicembre, addirittura una famiglia con tre figli che abbia pagato 50 euro a giugno si ritroverebbe un saldo più che quadruplicato, 218 euro.

Da qui il mio appello a controllare al più presto quanto si dovrà pagare al Comune, per evitare spiacevoli sorprese a Natale, collegandosi con il sito del Comune o rivolgendosi a commercialisti o patronati. Purtroppo i nostri appelli a contenere l’aumento sono caduti nel vuoto con la maggioranza non solo sorda alle nostre proposte, ma anche sorpresa ieri dal mio intervento in cui annunciavo questa brutta sorpresa.

L’incredulità dei consiglieri del centrosinistra, il cercare di negare un’evidenza troppo violenta, anche di fronte a semplici calcoli matematici, dimostrano la superficialità con cui la maggioranza ha deciso di aumentare questa ingiusta tassa, senza pensare alle conseguenze per le famiglie e, ripeto, la differenza tra la prima e la seconda rata sarà, purtroppo, anche maggiore proprio per le famiglie più numerose."

Daniele Berardinelli
Consigliere comunale Ancona

 

Torna su
AnconaToday è in caricamento