Impianti sportivi: il Comune ne "eredita" 51 dalle Circoscrizioni, ma molti sono fatiscenti

Berardinelli: "Molti sono in pessime condizioni, distrutti. La nostra proposta è quella di affidare una parte di questi impianti andati in rovina a gruppi di cittadini o genitori, per una gestione diretta e quotidiana"

Daniele Berardinelli, capogruppo Pdl

Di fronte al quesito per la sorte dei 51 impianti sportivi che il Comune si trova a gestire, il Pdl ha le idee chiare. “La nostra proposta è quella di affidare una parte di questi impianti andati in rovina ai cittadini, per una gestione diretta e quotidiana- spiega il capogruppo Pdl, Daniele Berardinelli-. In questo modo la gestione sarà più economica. Si tratterebbe di pulire, togliere le erbacce, aprire e chiudere le strutture. Per fare questo, gli impianti potrebbero essere affidati a gruppi di cittadini o genitori”.

Le 51 strutture il Comune le ha ereditate dalle Circoscrizioni, prima della loro abolizione. “51 impianti sono tantissimi per una città come Ancona. Molti sono in pessime condizioni, distrutti. Ci sono spuntoni di ferro, canestri rotti, porte con buchi, senza maniglie e pezzi arrugginiti. Se alcuni impianti si riuscissero a ristrutturare a prezzi modici, potrebbero essere consegnati a dei volontari. Questa potrebbe essere una soluzione” commenta ancora Berardinelli.

La Giunta non si è ancora pronunciata sulla sorte di queste strutture. Il dubbio è se sia più conveniente gestirle direttamente o se concederle a gara come avvenuto per gli impianti più grandi. Avere così tante strutture sportive sulle spalle potrebbe incidere pesantemente sul bilancio del Comune. L'interrogazione fatta dal consigliere comunale Pdl riguardo la concessione degli impianti non ha ancora avuto risposta. Dal 15 settembre, Berardinelli chiede di sapere i costi e gli incassi del Comune, derivanti dalla gestione degli impianti dati in concessione.

Per ogni impianto concesso ad una società sportiva infatti, il Comune paga un contributo variabile per la gestione. La società invece, versa al Comune la metà delle tariffe incassate. Giovedì scorso, la Corte dei Conti ha fatto acquisire dalla Guardia di Finanza, documenti nell'Assessorato dello Sport.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento