Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica

iGuzzini, Carancini (Pd): «Non si scarichino le difficoltà sui lavoratori e le loro famiglie»

Sulla vicenda dei 103 licenziamenti interviene il gruppo consiliare del Partito Democratico

«La crisi apertasi a iGuzzini con l’annuncio di 103 licenziamenti rappresenta l’ennesima ferita al nostro territorio, a un sistema produttivo che, pezzo dopo pezzo, rischia di crollare sotto il peso di scelte industriali quantomeno discutibili. Come nel caso di Elica, ma anche come in quello di tantissime altre realtà imprenditoriali più piccole e lontane dai riflettori, i processi di ristrutturazione aziendale che si stanno mettendo in moto in vista della fine dell’emergenza sanitaria rischiano di generare una drammatica crisi sociale. Le Marche non possono permettersi un simile scenario. Va da sé che nella difficile vertenza che ora si aprirà saremo a fianco dei lavoratori e delle loro organizzazioni sindacali per far sì che vengano tutelati i livelli occupazionali e per evitare che la regione scivoli in una nuova spirale di deindustrializzazione dalle conseguenze inimmaginabili». Così il gruppo consiliare del Partito Democratico commenta l’avvio della procedura di licenziamento per 103 dipendenti de iGuzzini.

«Tuttavia - aggiunge il consigliere regionale Romano Carancini - vogliamo rivolgerci senza alcun pregiudizio anche all’azienda, un brand famoso in tutto il mondo, che tanto ha dato al nostro territorio in termini di benessere e prestigio, ma che, ora più che mai - si ricordi - molto, molto di più ha ricevuto grazie a intere generazioni di lavoratori che hanno orgogliosamente contribuito a fare de iGuzzini un’autentica eccellenza. Al management attuale chiediamo non solo di non calpestare questa gloriosa storia, ma soprattutto di dimostrare con i fatti il rispetto per la dignità e il futuro di chi ha aiutato a scriverla. Per una volta si faccia uno sforzo di visione, si faccia prevalere la capacità di ascolto ed esplorazione per trovare soluzioni più adeguate alla troppo facile modalità di scaricare sui lavoratori e le loro famiglie le difficoltà, peraltro nel caso de iGuzzini del tutto temporanee. Siamo certi che se ci sarà disponibilità al confronto e al dialogo tra le parti sociali e le istituzioni, tutti insieme sapremo creare le condizioni per continuare a produrre qui, per far sì che quella storia possa continuare nei decenni a venire».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

iGuzzini, Carancini (Pd): «Non si scarichino le difficoltà sui lavoratori e le loro famiglie»

AnconaToday è in caricamento