rotate-mobile
Politica

I Giovani Democratici a sostegno di Ida Simonella: i candidati

I Giovani Democratici di Ancona calano i loro assi per la corsa al Consiglio comunale di Ancona. Sono Edoardo Carboni e Giacomo Petrelli, candidati con la lista del Pd per Ida Simonella sindaca

ANCONA - I Giovani Democratici di Ancona calano i loro assi per la corsa al Consiglio comunale di Ancona. Sono Edoardo Carboni e Giacomo Petrelli, candidati con la lista del Pd per Ida Simonella sindaca. Vent’anni il primo, studente di Giurisprudenza, e diciannove il secondo, studente di Scienze politiche. La politica come servizio e come strumento per trovare soluzioni ai problemi ed ai bisogni più sentiti dai cittadini, in particolare i più giovani e l’impegno per una giustizia sociale che passa inevitabilmente anche dalla tutela ambientale, i punti che accomunano i due candidati. A presentarli, il segretario provinciale di Ancona dei Gd, Federico Pazzaglia, e la segretaria regionale Giovani Democratici, Chiara Croce. Accanto a loro anche la candida sindaca, Ida Simonella, il segretario provinciale del Pd Ancona, Jacopo Falà e la capolista Pd Susanna Dini. «Giacomo ed Edoardo rappresentano la ventata di novità in questa tornata elettorale, ma anche l’attivismo politico che da sempre caratterizza i Gd ed anche il Pd. È questo che fa la differenza da altre compagini politiche», le parole del segretario provinciale dei Gd Ancona, Pazzaglia. «Siamo anche l’unica giovanile di un partito che ha promosso e sostiene l’interesse tra generazioni. Crediamo nella giustizia sociale che passa attraverso la giustizia ambientale. Ci stiamo battendo per la proposta di legge “Voto dove vivo”, per consentire anche ai fuori sede il diritto di partecipazione che è alla base della nostra Costituzione e siamo attenti al tema della salute mentale degli studenti, problema sempre più emergente dopo la pandemia».

Il passato da rappresentante di istituto al liceo “Galilei” e l’impegno da animatore all’oratorio dei Salesiani ciò che ha avvicinato Petrelli alla politica. «L’esperienza al liceo mi ha insegnato il significato di avere la responsabilità di rappresentare qualcuno, di dare voce a chi non ce l’ha - ha spiegato Petrelli -. L’esperienza da animatore invece mi ha fatto comprendere che esistono realtà molto diverse da quelle che siamo abituati a vivere ogni giorno e per le quali si può fare molto. Il mio impegno - ha aggiunto - sarà rivolto soprattutto ai giovani per i quali è necessario ripensare insieme il modo di divertirsi, di studiare e di vivere la città, in questo senso vanno adattati, ad esempio, spazi e trasporto pubblico. Penso ad una città a misura di studente, non solo universitario, ma a partire dalle superiori». Ambiente e decoro gli altri punti sulla lista delle priorità di Petrelli. «Insieme con Ida e la coalizione di Centrosinistra - ha concluso Petrelli - vogliamo conciliare visione e concretezza perché la perfezione dei nostri ideali la troviamo quando diamo sostanza a quegli ideali per cambiare la vita delle persone». Riavvicinare l’elettorato giovanile alla discussione politica, il primo impegno di Edoardo Carboni che porta nella sua competizione elettorale anche la sua esperienza da allenatore di basket. «Credo nel concetto e nel lavoro di squadra - ha affermato Carboni -. Credo in un’Amministrazione che guida l’azione politica ma che è capace di confrontarsi sulle idee e sui bisogni dei cittadini. La mia attenzione sarà rivolta soprattutto alla valorizzazione e divulgazione del patrimonio culturale ed artistico di Ancona, non solo ai turisti, ma anche alle giovani generazioni che spesso conoscono poco le bellezze e la storia della città. Penso a progetti didattici ad hoc. Vorrei anche lavorare per la creazione di un circuito che permetta di ridestinare i libri di testo degli studenti a fine ciclo a quelli che lo iniziano. Un modo per dare le stesse possibilità di accesso agli strumenti didattici a tutti gli studenti».

L’energia dei due aspiranti consiglieri comunali a sostengo della candidata sindaca, Ida Simonella. «Non posso che ringraziare Giacomo ed Edoardo per l’impegno che si sono presi - ha detto Simonella -. Li ringrazio soprattutto per il loro slancio, tipico della loro età, ma anche per la loro grande lucidità di pensiero che a volte è più appannata in chi ha più esperienza ed è incardinato in certi meccanismi. La vostra energia, le vostre capacità e la vostra voglia di spendervi in maniera collaborativa sono un valore aggiunto e comunque vada siete e farete parte del “Progetto Ancona”».

La segretaria regionale dei Gd Marche, Chiara Croce ha ricordato «il ruolo di capoluogo di Ancona. Questa è dunque una tornata elettorale importante perché da Ancona parte un modello di amministrazione che poi si propaga in tutta la regione. So che Edoardo e Giacomo scenderanno nel territorio, discuteranno e si faranno portavoce delle istanze dei cittadini e potranno farlo contando anche sulla rete di elaborazione politica che sono i Giovani Democratici. Sono giovani, dunque, ma non privi di esperienza politica e di capacità che servono per amministrare». Il segretario provinciale del Pd di Ancona, Jacopo Falà ha rimarcato come «Giacomo ed Edoardo rappresentano a pieno il Pd: un partito con un’ampia fetta della classe dirigente under 40, dai livelli nazionali a quelli locali, un partito con una buona fetta di elettorato giovane, una sintesi perfetta tra passione e capacità».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Giovani Democratici a sostegno di Ida Simonella: i candidati

AnconaToday è in caricamento