menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maria Ausilia Gambacorta

Maria Ausilia Gambacorta

Caos M5S, Gambacorta esclusa senza motivo: «Mi hanno segnalato, ma non mi sono pubblicizzata»

Un anonimo ha segnalato la candidatura della consigliera allo staff nazionale M5S ritenendo che volesse farsi pubblicità attraverso i social network, sfruttando alcune battaglie comunali

I nodi si vanno sciogliendo ed è la stessa Maria Ausilia Gambacorta a spiegare cosa c’è dietro la sua esclusione dalla lista delle candidature del M5s al Senato. Qualcuno ha segnalato anonimamente la consigliera comunale allo staff nazionale del Movimento ritenendo che volesse farsi pubblicità sui social network attraverso alcune battaglie portate avanti in Comune, su tutte la Tari. E’ stata la stessa Gambacorta a spiegarlo con una nota diffusa nel pomeriggio, precisando che «non era questo il mio intento, ad oggi non ho ricevuto da nessuno le motivazioni della mia esclusione, ma le voci raccolte sono queste». Il sistema di autocandidatura del M5S, i lRousseau, permette agli attivisti di segnalare telematicamente una candidatura ritenuta non conforme ai codici del Movimento. Da qui l'esclusione della Gambacorta, che prelude a un prossimo addio al Movimento? L’ipotesi circolata nelle ultime ore non viene messa a tacere dalla diretta interessata: «Non lo so, devo pensarci bene perché non voglio fare mosse sbagliate» ha commentato la Gambacorta. La possibilità è concreta, il disagio patito all’interno del Movimento è ormai alla luce del sole. «Aprire ad un consigliere comunale la possibilità di autocandidarsi e poi escluderlo perché continua a fare il suo lavoro al suo posto rimane per me una cosa discordante- prosegue la Gambacorta- le regole vanno rispettate, ma se sono sbagliate debbono essere cambiate. Un esponente politico ha naturalmente una esposizione maggiore».

Le battaglie nell’occhio del ciclone 

A infastidire il mister x e, di conseguenza, lo staff nazionale pentastellato sarebbe stata la battaglia sulla Tari portata avanti dalla consigliera e commercialista anconetana. «Ho avviato il punto Tari per i cittadini ed ho messo a disposizione degli altri attivisti la mia competenza, senza di me non avrebbero potuto aprire questo sportello. Lo rifarei poiché ritengo che il lavoro svolto nel territorio e per la mia città sia prioritario e più importante e non andando a quell’appuntamento avrei fatto mancare agli altri gli strumenti». Nell’occhio del ciclone è finito anche un post facebook datato 4 gennaio scorso finito sulla pagina ufficiale del M5S: «Ho fatto un post nella mia pagina in cui invitavo i giovani a votare per cambiare il vecchio modo di fare politica aggiungendo una foto in cui ero con la mia collega Daniela Diomedi, l’ho condiviso nella pagina ufficiale incautamente e lì è rimasta per pochissime ore. Non promuovevo me stessa. Chi vuole lo può leggere questo messaggio nel mio profilo». 

«Mannaggia a me!»

La stessa Gambacorta ha voluto precisare che: «Non cerco e non mi interessano le poltrone, vivo meglio del mio lavoro con le mie colleghe, la mia dichiarazione dei redditi è pubblica». I motivi della candidatura, prosegue la consigliera era quello di «aggiungere valore al candidato sindaco del Movimento 5 stelle con cui collaboro strettamente ed a cui va tutto il mio appoggio. Non mi sono mai esposta nelle riunioni e non ho mai promosso tra gli iscritti la mia persona e pertanto non avevo nessuna consapevolezza che la base invece mi conoscesse. Ripeto il mio intento era soltanto quello di dare maggior risalto all’ appuntamento comunale che ci sarà a breve nella mia città. Sono stata mossa solo da questa passione la stessa passione che metto in tutto ciò che faccio fino in fondo, mannaggia a me! Rimane l’amarezza di non essere riuscita nel mio intendimento, che era quello di rafforzare sinergicamente con Daniela Diomedi, l’immagine del movimento in Ancona». Infine i ringraziamenti agli inaspettati sostenitori: «Non avevo coscienza di essere così apprezzata nella mia città e fuori,  per il lavoro che svolgo  ne  sono lusingata e ringrazio tutti coloro che in questi giorni me lo hanno dimostrato. A loro va il mio abbraccio virtuale ed il mio grazie pentestellati e non!»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento