Elena Leonardi (Fdi): «La Regione si attivi per dare risposte al commercio ambulante»

Serve attenzione anche a questa categoria in vista delle riaperture. Il consigliere presenterà una mozione

«Si sta ipotizzando in questi giorni la riapertura di alcune attività per il prossimo 18 maggio. In quest’ottica ritengo che debba essere inserita anche la categoria del commercio ambulante». Queste le parole del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Elena Leonardi.

«Un mondo che coinvolge migliaia di addetti ai lavori e che viene spesso dimenticato. Per questo rivolgo un appello alla Regione Marche affinché si attivi al più presto per dare delle risposte a questo settore che sta soffrendo in maniera non indifferente il lockdown. Sarebbe importante ora predisporre delle linee guida chiare rivolte sia al mondo del commercio ambulante marchigiano sia alle amministrazioni locali che poi avranno il compito di attuarle e confrontarsi con la categoria nell’organizzazione delle piazze. Con tutte le precauzioni necessarie, le dovute distanze e l’adozione dei dispositivi utili per svolgere l’attività in sicurezza, c’è anche da considerare che il commercio ambulante si svolge prevalentemente all’aperto e garantisce per sua natura una maggiore sicurezza e fattibilità. Presenterò una mozione al consiglio regionale con la speranza che venga discussa quanto prima per impegnare la Regione a ragionare in questi termini e permettere una rapida ripresa del settore del commercio ambulante che da settimane sta cercando di far sentire la propria voce», conclude il capogruppo Fdi, Elena Leonardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento