Ripascimenti a Portonovo, Rubini: «Fermiamoli una volta per tutte»

Così Francesco Rubini, capogruppo SEL-Ancona Bene Comune: «Una pratica ormai da tempo giudicata da più parti inutile e dannosa»

«Come ogni primavera, con il preannunciarsi della stagione estiva, si torna a discutere di ripascimenti nella zona di Portonovo. Una pratica ormai da tempo giudicata da più parti inutile e dannosa: associazioni ambientaliste, professori universitari, geologi sono concordi nel ritenere i ripascimenti assolutamente controproducenti per il contesto naturale in cui vengono effettuati».  Così Francesco Rubini, capogruppo SEL-Ancona Bene Comune.

«Le spiagge infatti, dalla loro stessa formazione - continua Rubini - sono il frutto di movimenti spontanei di materiale ghiaioso e sabbioso spinti e sostenuti dal mare che, come un grande ordinatore naturale, crea e sposta continui giacimenti sedimentosi. Intaccare questo secolare movimento spontaneo con l’introduzione di materiale ghiaioso esterno significa interrompere processi naturali in corso da sempre, rovinare l’ecosistema presente, deformare in profondità i luoghi. I ripascimenti sono dunque un’immane e dannoso sperpero di denaro pubblico, utile forse per qualche linea di ombrelloni privati in più, ma dalle conseguenze naturali e paesaggistiche drammatiche».

«Fin dal nostro insediamento in Consiglio Comunale - conclude -  ci siamo sempre battuti affinchè questa odiosa pratica venisse fermata una volta per tutte ed oggi, con questo comunicato, siamo a ribadirlo con forza. Piuttosto che continuare a gettare soldi pubblici per devastare il nostro immenso panorama paesaggistico, si provveda ad intervenire per ristabilire un contesto naturale di nuovo sostenibile a partire dall’indietreggiamento delle attività balneari presenti sul litorale e dalla rimozione della struttura muraria del molo da anni responsabile di consistenti alterazioni all’ecosistema marino. Avere cura di Portonovo significa innanzitutto tutelarne la sua delicata conformazione storico-paesaggistica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento