Via Tronto e via di Giuseppe, lavori conclusi: 30 posti auto contro la sosta selvaggia

Completata anche la riqualificazione dell'impianto semaforico in via Tavernelle all'incrocio con il cimitero, con l'inserimento della fascia riservata ai pedoni per garantire la sicurezza di chi attraversa

I nuovi parcheggi in via Di Giuseppe

Conclusi i lavori di costruzione dei parcheggi in via di Giuseppe, la strada di collegamento tra via Esino e via della Grotta con l'Ospedale regionale di Torrette. L'intervento, durato circa 2 sttimane, ha comportato la realizzazione di 30 posti auto e l'allargamento di circa 4 metri della carreggiata per una pesa complessiva di circa 20mila euro. Soldi che dovrebbero, almeno questa è la speranza dei residenti, risolvere una volta per tutte il problema della sosta selvaggia. «Con la nuova segnaletica orizzontale abbiamo dato una risposta in termini di sicurezza ai residenti del quartiere, sottoposti ad intenso traffico da e per l'ospedale e il polo universitario» ha detto l'assessore al Traffico e alla Viabilità Stefano Foresi. Parla di sicurezza Foresi, visto che il problema da sempre denunciato dai torrettani é la sosta selvaggia che impedisce la visuale di chi vuole uscire o entrare a casa.

TAVERNELLE. Completata anche la riqualificazione dell'impianto semaforico in via Tavernelle all'incrocio con il cimitero, con l'inserimento della fascia riservata ai pedoni per garantire la sicurezza di chi attraversa. Intervento che garantisce la sicurezza per Foresi, che ha sotolineato anche come siano stati realizzati diversi passaggi pedonali rialzati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento