menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Ugo Filisetti (foto Facebook)

Marco Ugo Filisetti (foto Facebook)

Lettera di Filisetti agli studenti, pioggia di critiche: «Parole violente e fanatiche»

Tra le critiche anche quella di Maurizio Mangialardi (Pd): «Giovani hanno bisogno di valori autentici non dell’esaltazione bellica»

ANCONA – «Parole che fanno tremare i polsi per la violenza, il fanatismo e un disprezzo per la Costituzione repubblicana che lambisce l’apologia del fascismo. La lettera inviata agli studenti marchigiani per la ricorrenza del 4 novembre dal direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Marco Ugo Filisetti rappresenta uno schiaffo alla storia del nostro Paese e alla memoria dei caduti. In questo mondo contemporaneo, reso così instabile da conflitti, terrorismi, diseguaglianze economiche e da ultimo dalla pandemia di Covid, crediamo che i giovani non abbiano bisogno dei vetusti feticci dell’eroismo bellico richiamanti epoche che non vogliamo più rivivere». Così il capogruppo regionale del Partito democratico Maurizio Mangialardi interviene sulla lettera inviata agli studenti marchigiani dal direttore dell’Ufficio scolastico Regionale Marco Ugo Filisetti per la ricorrenza del 4 novembre.

E' dello stesso avviso anche il sindacato Flc Cgil Marche che stigmatizza le parole contenute nella lettera di Filisetti: «Fuori da ogni contesto storico e politico, il messaggio del dottor Filisetti sconcerta soprattutto perché proviene da chi ricopre un ruolo di grande responsabilità nel sistema educativo nazionale, che dimentica come la guerra sia un disvalore costituzionalmente sancito. La Segreteria Flc Cgil Marche vuole ricordare ed onorare tutti coloro che a causa della guerra, qualsiasi guerra, hanno perso la vita o hanno affrontato ingiuste sofferenze». Sulla vicenda è intervenuta anche Beatrice Mignone (Possibile): «La ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, intervenga tempestivamente. Il contenuto di quella comunicazione è inaccettabile. L'operato di Filisetti è stato in passato più volte oggetto di interrogazioni parlamentari. La scuola vive già un momento di grande difficoltà e non ha certo bisogno di essere guidata da persone che non si rivelano all'altezza del delicato compito».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rione Pinocchio, perché si chiama così? (La statua non c’entra)

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento