Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica Collemarino / Via Matteo Ricci

Poliambulatorio di Collemarino, Fdi risponde al Pd: «Rispedito al mittente un documento senza senso»

Il capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale Jacopo Toccaceli spiega i perché del voto contrario della maggioranza alla mozione dei Dem

ANCONA – Arriva a stretto giro di posta la risposta della maggioranza al Partito Democratico, accusata da questi ultimi di aver voluto bocciare una mozione da loro proposta, la quale avrebbe dovuto vedere l’amministrazione come garante affinché l’Ast 2 Ancona non chiuda il poliambulatorio di Collemarino come temono molti residenti ormai da mesi.

Per la precisione a parlare è il capogruppo di Fratelli d’Italia Jacopo Toccaceli, il quale con il titolo «“La destra di Silvetti ha votato contro bocciandola definitivamente”» inizia così il suo comunicato. Questo prosegue poi con la spiegazione di come a suo modo di vedere «la domanda corretta è che cosa abbiamo bocciato. In realtà non abbiamo bocciato nulla, ma semplicemente rispedito a mittente un documento senza senso alcuno che tendeva solamente ad alimentare polemiche e soprattutto disinformazione. Premesso che la competenza – specifica il capogruppo di Fdi - è esclusivamente regionale, e questo non per fare lo scaricabarile ma per sottolineare che in un paese civile dove esiste un diritto, esistono delle competenze che chi fa politica dovrebbe rispettare o quantomeno conoscere, durante il consiglio aperto sulla sanità, dove erano presenti il presidente Francesco Acquaroli e tutti i vertici della sanità regionale, il direttore della Ast 2 Giovanni Stroppa aveva dato ampia ed esaustiva spiegazione sull’argomento» e cioè che «“il poliambulatorio di Collemarino non si tocca, nulla sarà cambiato rispetto alla presente normalità”. Aggiungo che – è sempre Toccaceli a parlare - il nostro assessore Manuela Caucci aveva comunque interloquito con il direttore e del fatto ne aveva dato anche lei ampia comunicazione in aula».

Il comuncato prosegue: «Mi chiedo allora il senso di tutto ciò. Continuare ad intasare il consiglio comunale – è la sua opinione - con discussioni che non solo esulano dalle competenze di una amministrazione comunale, ma riguardano cose già realizzate o che nessuno vuole mettere in discussione, sono tentativi disperati per leggersi sul giornale e soprattutto distogliere l’attenzione sulle cose da fare sia per importanza che per competenza e mascherare – conclude Jacopo Toccaceli - i risultati disastrosi per la nostra Ancona causati da 25 anni di guida Pds-Pd».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliambulatorio di Collemarino, Fdi risponde al Pd: «Rispedito al mittente un documento senza senso»
AnconaToday è in caricamento