Fase 2, Mangialardi: «Al lavoro per sostenere la liquidità delle imprese»

Fase due: terminati gli incontri con il mondo economico e sindacale locale. Il commento di Maurizio Mangialardi

Maurizio Mangialardi

SENIGALLIA – Le gravi ripercussioni economiche dell’emergenza Covid-19 che si stanno abbattendo sulle imprese e sui lavoratori del territorio sono state al centro in questi giorni di vari incontri con associazioni di categoria e sindacati svolti in videoconferenza dal sindaco Maurizio Mangialardi, dall’assessore allo Sviluppo economico Ludovica Giuliani e dai consiglieri delegati Luana Pedroni e Simona Romagnoli. Tra le organizzazioni incontrate figurano Associazione Alberghi e Turismo, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confindustria, Cia, Coldiretti, Cgil, Cisl, Uil, Gio, Gis, oltre ai rappresentanti degli operatori balneari, dei commercianti ambulanti, dei campeggi, dei bar e dei ristoranti.

«L’Amministrazione comunale – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – si è da subito adoperata per sostenere la liquidità delle imprese con lo slittamento delle scadenze dei tributi e, come ho già detto, siamo disposti a ragionare sulla loro cancellazione per quanto riguarda il periodo del lockdown. Chiaramente ciò va fatto nel rispetto delle normative e della salvaguardia degli equilibri economici e finanziari del nostro bilancio. Per questo ci stiamo già attivando nelle sedi nazionali per far sì che il governo sostenga concretamente questo nostro impegno. L’altro punto fondamentale è quello della certezza dei tempi e, ancor più, della chiarezza sulle modalità con cui le attività economiche riprenderanno nella fase due. Si tratta di un aspetto essenziale per aiutare concretamente le imprese e sostenere quindi i livelli di occupazione, soprattutto per una città come Senigallia, con un’economia che trova il cardine nel turismo e dove la programmazione è tutto. Anche in questo caso, ciò che potevamo fare lo abbiamo fatto, per esempio, come nel caso degli operatori balneari, predisponendo provvedimenti che sia dal punto di vista della gestione delle concessioni, sia dal punto di vista fiscale, offrano sostegno alle imprese. Ma è chiaro che ciò non è sufficiente. Di concerto con l’Anci e la Regione Marche, ci stiamo attivando nei confronti del governo affinché siano definiti dei Protocolli di sicurezza per i diversi settori economici e l’armonizzazione degli incentivi al sistema produttivo. Un ulteriore tema che l’Amministrazione porterà in discussione sui tavoli con gli enti sovraordinati  sarà quello della semplificazione amministrativa per agevolare chi intende investire e fare impresa. Mi sembra che la necessità di agire con rapidità nel post emergenza possa finalmente incentivare questo cambiamento che le aziende e gli operatori economici chiedono da anni».
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento