Niente URP e Difensore civico, Caricchio (Lega): «“Maggioranza” fa rima con “arroganza”»

La nota del consigliere leghista che si scaglia contro la maggioranza comunale. Il riferimento è alle figure del Difensore civico e dell'URP

Stefano Caricchio

«A Falconara “maggioranza” fa rima con “arroganza”. E fa rima anche con una per-sistente violazione delle leggi dello Stato e dello stesso Statuto comunale». A parla-re è il consigliere comunale della Lega, Stefano Caricchio. «Il riferimento principale è alla legge n. 150 del 7 giugno 2000, che prevede come obbligatoria in ogni ente pubblico l’attivazione di un Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP), il quale deve avere il compito di garantire l’accesso ai servizi da parte dei cittadini, l’ascolto delle loro esigenze, la promozione dell’innovazione e della semplificazione ed infi-ne la verifica della soddisfazione del cittadino. Tali concetti, per altro, sono con-formi a quanto previsto dallo Statuto del Comune, nel quale si precisa che: “Gli or-gani del Comune si impegnano a favorire un'effettiva partecipazione democratica di tutti i cittadini alla formazione ed attuazione dei propri programmi ed all'attività politico-amministrativa, economica e sociale attraverso le forme previste dal pre-sente Statuto e dai regolamenti.” »

«La Lega di Falconara, aveva presentato nell’ottobre del 2019 una mozione con la quale si impegnava il sindaco a dare attuazione alle norme citate, attivando l’URP entro la fine di dell’anno e dando  concretezza a quanto indicato nel sito web comu-nale che informa di un servizio URP inesistente- prosegue la nota stampa- nella stessa mozione la Lega chiedeva al Sindaco di sottoscrivere un accordo con l’ufficio del Garante Regionale per permettere anche nel nostro Comune l’istituzione del servizio del Difensore Civico.  Dopo più di un anno la mozione è stata iscritta all’ordine del giorno del Consiglio Comunale ed è stata respinta dalla maggioranza, la quale, in questo modo, ha confermato la propria chiusura ad ogni proposta che provenga dalle opposizioni, il proprio disprezzo per le leggi e, soprattutto, la pro-pria lontananza dai cittadini e dai loro diritti di informazione e di partecipazione».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento