menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Goffredo Brandoni

Il sindaco Goffredo Brandoni

Falconara, soldi dall'Autorità Portuale? «Se sì, mettiamo mano ai sottopassi»

L'annuncio arriva dal sindaco Brandoni durante la conferenza stampa di fine anno. E poi. Bonifica dei fossi, scogliere, ex Montedison, comandante unico con Ancona e pressing su Multiservizi e Anas

Falconara trova sotto l'albero di Natale nuovi finanziamenti. Il che, come è stato annunciato oggi durante la conferenza stampa di fine anno, significa un 2016 (e anni a venire) di opere pubbliche molto attese. L'Autorità Portuale, in virtù del fatto che quasi la metà del traffico del porto di Ancona è originato dalla presenza della Raffineria Api, riconoscerà ai comuni di Falconara e Ancona delle risorse economiche. In passato, esattamente 6 anni, fa l'Ap riconobbe a Falconara 600mila euro. Servirono per il rifacimento del sottopasso di Palombina Vecchia. E' quindi più che plausibile che, se si dovessero sbloccare ulteriori risorse, queste andrebbero per i sottopassi. Via Mameli è la priorità. Non sono gli unici soldi attesi da Brandoni. Nei giorni scorsi, incontrando il governatore Ceriscioli, il sindaco è riuscito a far sbloccare 800mila euro per i fossi di Castelferretti e altri 850mila per la manutenzione delle scogliere. Più ha chiesto alla Regione di convenzionare 20 posti letto dedicati all'Alzheimer al Centro Visintini. "In questi tre casi a Ceriscioli – aggiunge Brandoni – non ho chiesto soldi ma solo di sbloccare pratiche che si erano arenate e, nel caso del Visintini, a prevedere Falconara nel piano sociosanitario. Ho chiesto finanziamenti ulteriori solo quando avremo bisogno di mettere mano al sistema fognario per risolvere la questione degli sversamenti". C'è molto di più però che bolle in pentola. A partire dalle collaborazioni con i Comuni limitrofi. Con Ancona, con la quale dal primo gennaio di condividerà il comandante della Polizia Municipale, e con Camerata Picena e Chiaravalle per la stazione unica appaltante. "Oggi più che mai non possiamo più pensare all'interno dei confini comunali" conclude il sindaco. Ma come sarà il 2016 dei falconaresi?

Il comandante unico - Dal primo gennaio sarà Massimo Fioranelli, già al comando nella Dorica. Sarà a Falconara una volta alla settimana. Il vice si dovrà individuare all'interno del Comano cittadino. Per lunedì 28 è previsto un incontro tra Brandoni, il vicesindaco Rossi e gli ufficiali della Pm. Municipale che, dati forniti da Rossi "ha portato nelle casse comunali 1 milione e 106mila euro lordi tra multe, parcometri e altri servizi. Parliamo di 706mila euro nette visto che si registrano un 30% di persone che non pagano le multe. I verbali da codice della strada sono stati, nel 2015, 10632 per un totale di 439mila euro".

Via Redi - Doveva chiudersi a fine novembre ma ancora oggi è attivo il divieto di transito per i falconaresi che vogliono dirigersi ad Ancona passando per Palombina Nuova e Collemarino. "Con Ancona c'è un accordo in itinere – spiega il vicesindaco – contiamo di incontrarci a gennaio ma da parte del capoluogo c'è l'impegno a rivedere la viabilità di Collemarino, ad allargare via Ville e in più c'è appoggio del sindaco Mancinelli di premere su Anas per aprire un nuovo svincolo alla variante ad altezza Tesoro. Anas aveva risposto picche a Falconara. Ora torniamo alla carica con la città di Ancona".

Strade - Terminati i lavori di asfaltatura di via Bordoni, via Caprera, via Aeroporto e via Caserme, nel 2016 si proseguirà quest'ultima fino all'incrocio con via del Conventino.

Rifiuti e differenziata - Nel corso del 2015 si è superato il 60% ad aprile e a maggio. La media annua è del 56% "ma il trend – commenta l'assessore all'Ambiente Matteo Astolfi – ci dice che la soglia che ci eravamo prefissati, il 65% entro il 2016, è vicina. Riceviamo tante critiche per per fare vera tutela ambientale non basta differenziare: si deve anche riciclare e recuperare. I nostri conferimenti vengono riutilizzati al 90% a differenza di altri sistemi di raccolta che sono più costosi per i cittadini e hanno pochi riscontri. La stessa Multiservizi, in uno studio per la raccolta dell'intera provincia di Ancona, prevede il metodo che noi abbiamo adottato da anni".

Edifici e beni pubblici - Dopo l'ok demaniale, nel 2016 saranno perfezionati i passaggi dell'ex Polveriera in via del Fossatello e dell'ex caserma Saracini. Nel corso del 2015 il Comune ha incassato 500mila euro dalla vendita di due immobili: un appartamento in vicolo del Pesco e un locale in via IV Novembre.

Scuola - Astolfi annuncia il prosieguo del programma di controlli sulla tenuta sismica degli edifici scolastici. Durante la chiusura natalizia saranno effettuati sondaddi alle Da Vinci. A primavera anche a Palombina Vecchia sarà attivato il servizio Pedibus mentre l'assessore Stefania Signorini ha curato un nuovo progetto per le mense. "Un progetto pilota per l'Italia studiato con Gemeaz – ha spiegato - che prevede rafforzamento biologico, della filiera corta e la lotta agli sprechi con bag per bambini che potranno portano a casa pane e frutta che non hanno mangiato".

Eventi - Confermati tutti gli eventi del 2015, la vera novità è una kermesse dedicata allo Street Food che dovrebbe svolgersi nel mese di luglio. Oltre a questo c'è attesa per il Caffè Letterario al Pergoli che dovrebbe vedere la luce in primavera. "È stato realizzato grazie al cofinanziamento legato al Distretto Culturale Evoluto – spiega la Signorini – e sarà un punto di incontro per il centro città che nella nostra visione di città va potenziato".

Ex Montedison - "Mi auguro che prima della fine del mio mandato si possano approvare definitivamente le varianti – auspica Brandoni – lavoriamo in sinergia con il comune di Montemarciano e con il suo sindaco Liana Serrani che è anche presidente della Provincia di Ancona".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Venerdì firmo la nuova ordinanza, zona rossa fino al 14 marzo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento