Falconara, la questione ambientale arriva in Regione in ordine sparso

Monta la polemica con l'attacco dell'assessore falconarese Astolfi, che é al lavoro con i Comuni Aerca e l'assessorato regionale all'Ambiente, ma attacca il Pd: «Si accorgono ora di governare in Regione»

«Assurdo che la Regione incontri cittadini senza aver mai ascoltato i Comuni. E all'insaputa dello stesso assessore regionale all'Ambiente». Il tema è quello della sorveglianza sanitaria su Falconara che, insieme ad Ancona, Montemarciano, Chiaravalle, Camerata Picena, Agugliano, Jesi, Monte San Vito e Monsano è all'interno dell'Aerca (Area ad Elevato Rischio di Crisi Ambientale). Le parole sono invece dell'assessore falconarese all'Ambiente, Matteo Astolfi che si dice stupito per la girandola di incontri – avvenuti o programmati – attorno alla tematica. Nei giorni scorsi il Pd falconarese aveva infatti incontrato il presidente della Commissione Sanità in Regione, Fabrizio Volpini, ottenendo l'impegno «ad affrontare queste tematiche con l'assessore regionale all'Ambientale Angelo Sciapichetti» e la disponibilità «a fornire sin da subito i dati specifici sullo stato epidemiologico riferito alla città di Falconara».

«Il Pd falconarese – attacca Astolfi – si accorge solo oggi che governa in Regione. Il Comune si è attivato da quando il consiglio comunale ha votato all'unanimità la mozione sull'istituzione del Registro Tumori. Ho scritto diverse volte al governatore Ceriscioli a nome di tutti i Comuni Aerca per ottenere un piano di sorveglianza sanitaria e il controllo epidemiologico ma siamo stati totalmente ignorati. Solo grazie all’interessamento personale del presidente del consiglio Antonio Mastrovincenzo sono riuscito a incontrare l'assessore Sciapichetti con i rappresentanti di Asur, Ars e Arpam, il quale ci ha promesso una bozza di accordo entro un mese e, successivamente, delibere da votare nei Comuni e Regione per rendere il tutto operativo». Sciapichetti che, rivela Astolfi, «non era stato nemmeno informato dell'audizione nella Commissione di Volpini, congiunta con la Commissione Ambiente (presieduta dall'altro dem Andrea Biancani, ndr), dei Comitati Cittadini. Va bene incontrare i cittadini, ma è assurdo farlo senza aver mai ascoltato i rappresentanti dei Comuni e senza conoscere lo stato dell'arte».

Sul punto Astolfi ha inviato una missiva ai presidenti delle due Commissioni, girata per conoscenza anche agli altri Comuni Aerca. L'incontro tra Volpini e Biancani con i comitati è stata fissato per mercoled 11 maggio. «Le risposte all'esigenza di informazione e tutela, da parte dell'amministrazione regionale e comunale sono state a nostro avviso fino ad oggi lacunose e minimizzanti, ma con tenacia e caparbietà abbiamo cercato confronti e continuato a richiedere ascolto, interessando anche il Ministro della Salute e i Parlamentari marchigiani (di qualsiasi schieramento politico fossero), oltreché l'attenzione dei mezzi di informazione» si legge in una nota dei comitati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento