Falconara, Liste civiche: “Tassa su rifiuti alle stelle per fallimento differenziata”

Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune: “La raccolta dei rifiuti con il metodo di prossimità anziché del porta a porta continuerà a provocare costi aggiuntivi (multe), che verranno scaricati sulle tasche di imprese e cittadini”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“L’Assessore Matteo Astolfi pochi giorni fa ha annunciato - di fatto - il ritardo di altri due anni nel raggiungimento dell’obiettivo del 65% di raccolta differenziata dei rifiuti nel nostro Comune.

Vogliamo ricordare alla Giunta e portare all’attenzione dei lettori che il proposito dell’Assessore non rappresenta una lieta “novella” ma la confessione del fallimento della politica dei rifiuti dell’Amministrazione comunale di Falconara, perché la legge stabiliva di dover raggiungere quella percentuale già alla data del 31/12/2012, pena aggravi economici per l’Ente comunale.

Oltreché molto distanti dall’obiettivo in termini di percentuale, siamo quindi in ritardo già di oltre un anno sugli obiettivi di Legge.

Pertanto l’annuncio dell’Assessore Astolfi risulta semplicemente grottesco ed offensivo nei confronti dei cittadini falconaresi perché la scelta - sua e della Giunta - della raccolta dei rifiuti con il metodo di prossimità anziché del porta a porta continuerà a far ricadere sull’Ente comunale costi aggiuntivi (multe), i quali verranno poi inevitabilmente scaricati sulle tasche di imprese e cittadini residenti a Falconara.

A Falconara non abbiamo certo bisogno di pagare ancora più tasse di quelle che già paghiamo.”

Liste civiche Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune Falconara Marittima

LA REPLICA DEL COMUNE

Torna su
AnconaToday è in caricamento