Falconara, Cittadini in Comune: “Giacanella, bugie per coprire Brandoni”

Le liste civiche accusano l'amministrazione comunale di fare melina sulla vicenda del bypass ferroviario e il presidente del consiglio di coprire i ritardi, per la discussione in consiglio, di un'interrogazione. Giacanella pronto a querelare: "Vi consiglio di rettificare"

Rischia di finire a suon di carte bollate la querelle sul bypass ferroviario tra Falconara Bene Comune/Cittadini in Comune, le liste civiche rappresentate in consiglio comunale da Riccardo Borini, e il presidente del consiglio Marco Giacanella. Motivo? I civici hanno attaccato nei giorni scorsi Giacanella per i ritardi dell’approdo di un’interrogazione sulla questione bypass e relative ripercussioni dell'opera sull'attività aeroportuale, all’ordine del giorno del consiglio comunale. L’interrogazione, depositata a dicembre, figurava tra i punti previsti nel consiglio del 16 febbraio. Giacanella tre giorni prima ha chiamato Borini, avvertendolo che il dirigente ai Lavori Pubblici, Stefano Capanelli, aveva ricevuto in ritardo la mail dell’interrogazione di dicembre e non sarebbe riuscito a rispondere in tempo per il consiglio. Anche perché avrebbe dovuto, per redigere la sua relazione tecnica, consultare anche Enac e Aerdorica.

Stando a quanto comunicato da Giacanella, Capannelli avrebbe visto la mail, inviata il 16 dicembre, solo il 27 gennaio. Il presidente del consiglio si è scusato con Borini, definendo il tutto "un disguido". Alle civiche non è bastato. Sul loro sito hanno pubblicato tutto il carteggio intercorso tra Borini e Giacanella, accusando quest’ultimo di mentire per coprire l’imbarazzo dell’amministrazione nel rispondere a un’interrogazione scomoda. Giudizio che non è andato giù a Giacanella che sul sito delle civiche “consiglia” una rettifica “o sarò costretto, mio malgrado, a tutelarmi nelle opportune sedi” scrive in un commento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento