Astolfi ai saluti, al suo posto un'altra new entry: ecco Marco Baldassini

All'esordio come candidato di Falconara in Movimento, 41 anni è capitano di lungo corso sulle navi mercantili: «Voglio essere il consigliere delle periferie»

Marco Baldassini

Ben 14 anni di consiglio comunale negli ultimi 17 e ora le dimissioni perché incompatibile. È stato un po' un fulmine al ciel sereno l'addio di Matteo Astolfi al Castello dopo una lunga militanza nel centrodestra falconarese. Astolfi, in pratica, è stato assunto come responsabile tecnico in un comune della provincia di Ancona. Lavoro che l'Autorità Anticorruzione, con una delibera dello scorso gennaio, ha definito incompatibile con il ruolo di consigliere in un comune sopra i 15mila abitanti. "Ora è giunto il momento di aprire una pagina nuova della mia vita lavorativa e professionale, che non mi consentirà di poter continuare a dare il massimo impegno per Falconara" ha detto Astolfi che ha anche rivendicato il lavoro svolto. "Siamo stati – ha aggiunto - gli amministratori del cambiamento, ricordo benissimo le prime esperienze in Giunta, eravamo tutti all’esordio, eravamo di fronte a problemi che sembravano insormontabili (in un contesto storico difficilissimo con l’inizio della crisi economica mondiale) eppure con tanto lavoro, impegno e sacrificio siamo riusciti a fare grandi passi avanti per la nostra comunità, con a capo un Sindaco attivo su tutti i fronti a 360°".

Gli succede un'altra new entry: Marco Baldassini. Alla sua prima candidatura con la lista di Falconara in Movimento, 41 anni, capitano di lungo corso sulle navi mercantili, Baldassini entra con i colleghi di gruppo in Fim, Luca Grilli e Vincenza De Luca, oltre che con Caterina Serpilli (Direzione Domani), Stefano Caricchio (Lega), Bruno Frapiccini (Movimento 5 Stelle) nell'elenco degli esordienti di questa legislatura. La nomina ufficiale sarà data al prossimo consiglio comunale (fine agosto, primi di settembre). In campagna elettorale ha sostenuto la riqualificazione delle periferie. «Mi impegnerò – dice Baldassini - per cercare di far realizzare le alcune idee a iniziare dal progetto del "giardiniere di quartiere" per la cura del verde pubblico, passando per la cura e salvaguardia dell’arenile mettendomi infine a disposizione per il monitoraggio e presenza costante sul territorio per la manutenzione delle strade e marciapiedi. Ora al tavolo consigliare saremo in due di Villanova , io e Loris Calcina, e ,anche se di schieramenti opposti , spero che si possa intraprendere una collaborazione con il fine ultimo il bene delle periferie e della città».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento