menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tavolo sul lavoro, nulla di fatto e il Pd attacca il sindaco: «Pensa solo alle casette di Natale»

Il segretario Pd Francesco Ducoli attacca l’amministrazione accusando il primo cittadino di restare assente sulle questioni vitali della città per preoccuparsi di questioni frivole

«Sono passati 55 giorni da quando il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità la proposta delle minoranze di impegnare il Presidente del Consiglio Comunale, il Sindaco e la Conferenza dei Capigruppo consiliari per la promozione del Tavolo di confronto permanente sul Lavoro. Non posso che esprimere fortissima preoccupazione per come si sta gestendo la questione». A finire nel mirino del segretario del Pd di Fabriano, Francesco Ducoli, sono le due Commissioni Consiliari riunitesi senza portare a un nulla di fatto: «Una andata deserta perché l’amministrazione si è sbagliata nel trasmettere gli inviti a tutte le associazioni di categoria e sindacati, l’altra conclusasi con un nulla di fatto e con il Vicesindaco Arcioni che si permetteva atteggiamenti tutt’ altro che concilianti. Sono da sempre convinto- sostiene Ducoli- che sul tema del Lavoro si debba procedere uniti, compatti, senza divisioni di colore politico. Non è mia intenzione fare polemica, ma il Partito Democratico di Fabriano ritiene indispensabile agire con la massima serietà nell’ affrontare il percorso, anche perché, giova ribadirlo, il Consiglio Comunale tutto ha impegnato l’amministrazione a procedere speditamente per attivare il Tavolo».

La responsabilità di giungere ad una soluzione rapida ed efficacie, sostiene il segretario del Pd fabrianese, rimane in capo all’Amministrazione: «quindi mi aspetto che ci sia la volontà di procedere con convinzione, fugando ogni possibile equivoco sulla superficialità sinora adottata ed evitando di far sorgere il dubbio che i tentennamenti dipendano dal fatto che il Tavolo permanente sul lavoro sia stato proposto e voluto dalle minoranze. Sono passati 49 giorni dalla riunione sulla sanità nella quale il Sindaco ha allontanato il Tribunale del Malato, il Comitato per la salvaguardia dell’ospedale e gli altri presenti, tutti da lui invitati. In quella sede il Sindaco aveva promesso che si sarebbe attivato per indire una nuova riunione in tempi stretti. Siamo tutti ancora in attesa della convocazione promessa. Purtroppo ho l’impressione che in questi mesi sia stata data troppa attenzione al frivolo, con un Sindaco sempre presente a difendere le casette di Natale dalle polemiche nate su Facebook e decisamente assente sulle questioni vitali della città: torniamo con i piedi per terra e ripartiamo dai temi veri ed importanti, usciamo da Facebook per tornare a parlare di lavoro, salute, e rilancio di Fabriano. E speriamo che su queste tematiche non debbano più essere le minoranze a dettare l’agenda al Sindaco».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento