Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Ex Palazzo del Mutilato, Busilacchi: «Dobbiamo mantenere alta l'attenzione»

Il futuro del prestigioso edificio al centro dell'attenzione di un'interrogazione del consigliere regionale Mdp dove si chiedeva alla Giunta di rinunciare alla vendita.

Rinunciare alla vendita del l'ex Palazzo del Mutilato di Ancona e verificare la possibilità di reperire i fondi necessari per il restauro dell'edificio in modo che possa essere restituito alla cittadinanza per fini aggregativi, socio culturali, artistici. E' quanto chiedeva il consigliere Gianluca Busilacchi con un'interrogazione, sottoscritta anche dal consigliere Pd Enzo Giancarli, esaminata nel corso della seduta di oggi dell'Assemblea legislativa. “Allo stato attuale, tenendo conto che il palazzo è inutilizzato da dieci anni, e che sulla Regione gravano le spese di manutenzione e l'Imu, non ci sono strade alternative alla vendita dell'edificio”, ha sottolineato nella sua risposta l'assessore regionale Fabrizio Cesetti evidenziando che fino a oggi “non sono stati individuati canali di finanziamento che evitassero pesanti aggravi nel bilancio regionale”. Cesetti si è impegnato, in attesa “dell'auspicabile vendita”, a proseguire nel verificare la possibilità di reperire i finanziamenti necessari alla ristrutturazione senza ”sottrarre fondi ad altri settori di intervento anche alla luce delle attuali priorità nell'utilizzo delle risorse pubbliche”.

Soddisfatto della risposta il consigliere Busilacchi che ha evidenziato il valore storico, architettonico e artistico dell'edificio acquistato dalla Regione Marche nel 1991 e sede del Consiglio regionale fino al 2007, quando gli uffici e la biblioteca vennero trasferiti in Piazza Cavour. “Dobbiamo mantenere alta l'attenzione – ha detto Busilacchi - per una questione che ritengo sia di una certa rilevanza. Condivido quanto evidenziato da Cesetti, ovvero che venne fatto un errore all'epoca, quando il Consiglio regionale si trasferì in Piazza Cavour, lasciando l'edificio inutilizzato, invece di trovare soluzioni di impiego alternative, magari per attività collaterali dell'Assemblea legislativa”. Per Busilacchi “bisogna comunque perseguire la strada della ricerca di risorse europee per trasformare questo contenitore in una sede di iniziative culturali. Nel frattempo va garantita la messa in sicurezza costante dell'edificio, mantenendo inoltre un filo diretto con il comitato civico, che in questi mesi si è molto attivato per questa battaglia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Palazzo del Mutilato, Busilacchi: «Dobbiamo mantenere alta l'attenzione»

AnconaToday è in caricamento