menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bonifica ex Montedison, Agostinelli (M5S): «Forse nel 2050 qualcosa si muoverà»

«Occorre lavorare seriamente per dare un nuovo impulso alla soluzione del problema: si facciano passi concreti per la bonifica del sito»

«Sono passati sedici anni da quando la Procura ha messo sotto sequestro il sito ex Montedison disponendone la bonifica a fronte delle rilevazioni di elementi altamente inquinanti presenti nel sottosuolo, e, ad oggi sembra di essere ancora fermi all'anno zero». È questa la sintesi della risposta all'interrogazione che la Deputata Donatella Agostinelli ha depositato nel lontano novembre 2014.

«L'unico dato che appare evidente, al di là degli altissimi valori degli elementi inquinanti presenti nel sottosuolo, è l'assoluto disinteresse che i Governi di centro sinistra e centro destra succedutisi in questi 16 anni hanno rivolto alla salute dei cittadini che risiedono o che frequentano le aree prospicenti al sito. Un inaccettabile ritardo, se si pensa anche ai poteri che la legge conferisce al Ministero di intervenire in caso di inerzia dei proprietari e se si considera che lo stesso Ministero aveva messo in mora i proprietari ben 7 anni fa, non dando però alcun seguito concreto e lasciando di fatto la diffida lettera morta. È incredibile un tale ritardo ed occorre lavorare seriamente per dare un nuovo impulso alla soluzione del problema: si facciano passi concreti per la bonifica del sito, che sembra essere abbandonato a se stesso, nell'interesse dei cittadini».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento