Lunedì, 26 Luglio 2021
Politica

Eliantonio scrive alla Mancinelli: «Pronti a collaborare, ma serve uno sforzo in più»

Emergenza Coronavirus ad Ancona e il consigliere di Fratelli d'Italia Angelo Eliantonio scrive al sindaco Mancinelli

A sinistra la Mancinelli, a destra Eliantonio

Emergenza Coronavirus ad Ancona e il consigliere di Fratelli d'Italia Angelo Eliantonio scrive al sindaco Mancinelli per sottolineare come ci sia preoccupazione tra di dipendenti comunali e che si dovrebbe fare di più da parte dell'amministrazione, ma anche che c'è piena volontà da parte di Fdi a dare una mano:

"Egr. Sig. Sindaco Avv. Valeria Mancinelli,

consci del momento di particolare difficoltà che sta vivendo l’Italia, la Regione Marche e, purtroppo, anche la nostra città, sono qui a sottolineare la nostra piena disponibilità a cercare modi e forme unitarie di collaborazione tesa a sostenere tutte quelle iniziative che concretamente siano indirizzate alla tutela della salute dei nostri concittadini, evidenziata la crescente tensione e preoccupazione da parte della popolazione anconetana in seguito ai recenti fatti di cronaca che parlano di una crescita di contagi nella nostra Regione. La presente per chiederLe inoltre un impegno maggiore, più proficuo ed immediato nel tutelare i dipendenti del Comune, i quali lamentano scarse misure di prevenzione nei loro riguardi in materia di strumenti di sanificazione degli ambienti di lavoro. Ci preoccupano tutti coloro che lavorano agli sportelli (front office) in molti uffici comunali privi di protezione o divisorio, essendo oramai il lavoratore e l'utente non più separati dal vetro. Le rappresento anche la preoccupazione dei dipendenti comunali deputati ai servizi cimiteriali, spesso a contatto con operatori ospedalieri, ai quali ad oggi non stati ancora forniti prodotti utili alla sanificazione e alla disinfezione.

Riteniamo infine, per gli stessi motivi già ampiamente menzionati, obbligatorio da parte della Sua Amministrazione tenere alta l’attenzione sul fronte del Trasporto Pubblico Locale in collaborazione con Conerobus. Ritenuto inoltre che il COVID-19 è una malattia respiratoria ancora poco conosciuta sebbene se ne certifichi ormai la rapidità e la facilità di contagio, pertanto non è possibile escludere che la sua trasmissione possa avvenire anche attraverso l’inalazione di polveri sottili, laddove il virus potrebbe annidarsi; per questo crediamo sia opportuno predisporre turni straordinari di pulizia di strade e marciapiedi in collaborazione con AnconAmbiente. Come se non bastasse, al netto delle azioni già intraprese e future per il contenimento della diffusione del “Coronavirus”, sia esse di carattere nazionale, sia esse di carattere locale, queste si ripercuoteranno in maniera dirompente sul tessuto economico del territorio;  per questo motivo i prossimi mesi, con la stagione primaverile ed estiva alle porte, si preannunciano di particolare difficoltà per tutti coloro che dipendono direttamente o indirettamente dal settore del turismo e del commercio. Noi restiamo a disposizione nella speranza che l’intero Consiglio Comunale, in maniera unitaria, si attivi per essere propositivo rappresentante delle difficoltà e delle istanze di tutti gli operatori economici della città in questo momento complesso per tutta la nostra comunità. No alla diffusione di allarmismo e catastrofismo, No alla sottovalutazione totale di rischi e misure di prevenzione sanitarie ed economiche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eliantonio scrive alla Mancinelli: «Pronti a collaborare, ma serve uno sforzo in più»

AnconaToday è in caricamento