Elezioni2013: i numeri del territorio e la parola agli eletti

Boom del Movimento 5 Stelle, che sarà rappresentato da Serenella Fucksia al Senato. Si salva il Pd, che ha eletto l'unico anconetano: Piergiorgio Carrescia. Per Sel Laura Boldrini scatterà in Sicilia. Non bene il Pdl

Il giorno dopo le elezioni Parlamentari, la notizia è che, nella regione Marche, il primo partito è il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo: 32,1% alla Camera, 30,3% al Senato. Alla Camera i grillini sparagliano ogni concorrenza, mentre al Senato portano a casa Fermo e Ascoli Piceno. Nella provincia di Ancona, per la Camera, il Movimento 5 Stelle (31,4%) batte il Partito Democratico (30,1%), mentre al Senato vincono i democrat su Grillo, con un 32,6% contro il 29,6% dei grillini. Se fossero state le comunali, il Movimeto 5 Stelle non avrebbe avuto rivali in alcuni comuni come Castelfidardo (39% alla Cmera e 36,9% al Senato) o Agugliano (37% alla Camera e 34,7% al Senato). Ad Ancona città resiste il Pd con un 31,2% alla Camera e 34,1% al Sentato, una tenuta che scricchiola di fronte ai numeri dei grillini: 29,7% alla Camera e 27,5% al Senato.

Un Partito Democratico che comunque vince la gara dei seggi grazie alla coalizione in cui sono presenti anche Sinistra Ecologia e Libertà e Centro Democratico. Segue il Pdl che non può certo essere soddisfatto: alla Camera ha raggiunto il 14,4% e al Senato il 15,3%. Conclusione. Alla Camera, il Pd conquista 9 seggi, il Movimento 5 Stelle 3, Pdl 2, Sel e Scelta Civica 1. Al Senato, il Pd conquista 5 seggi, il Pdl, Movimento 5 Stelle e Scelta Civica 1.

Ancona perde diversi onorevoli tra cui Carlo Ciccioli (Fratelli d'Italia) e David Favia (Centro Democratico). L'unico Deputato alla Camera a rappresentare Ancona sarà Piergiorgio Carrescia, l'ultimo eletto del Pd. E' una bella responsabilità? “Da una parte è un onore, dall'altra c'è il peso della responsabilità” ha detto Carrescia. Ma come unico eletto non crede che questo sia un limite per il capoluogo?Non è il numero ma la qualità  e per impegno c'è la massima disponibilità. Se ci fossero stati altri parlamentari, sarebbe stato un bene per la città perché se c'è unità di intenti, il risultato è più facile da raggiungere”. Lavorare con altri esponenti della provincia, magari del Movimento 5 Stelle? “Dalla riduzione degli stipendi alla trasparenza, allo sviluppo sostenibile, la possibilità di incontro c'è”.

Ma è entrato anche un Falconarese che è Emanuele Lodolini, che ha detto: "Non ho problemi a riconoscere come il risultato nazionale sia deludente. Ma oggi la mia preoccupazione, osservando anche le reazioni di Piazza Affari, è per il Paese, per il quale dalle urne è uscito senza se e senza ma lo scenario peggiore. La vera differenza di questa campagna elettorale, rispetto alle precedenti, è stata la rabbia diffusa. Una rabbia comprensibile. Ma è troppo facile rispondere alla rabbia cavalcandola per mere ragioni di consenso. Noi volevamo e vogliamo rispondere, estirparndone le cause alla radici".

Di riduzione di stipendi ha parlato anche Serenella Fucksia, di Fabriano, eletta al Senato per il Movimento 5 Stelle: “Come primo atto proporrò che il rimborsi elettorali vadano alle imprese del territorio” ha detto la Fucksia, che punta molto sulla questione del lavoro: “E' il problema del paese e di Fabriano, dove abbiamo un tasso di disoccupazione che è doppio rispetto alla media nazionale. Abbiamo già contatti con piccole imprese e ci troviamo in sintonia con le proposte delle Pmi” ha ribadito la grillina.

Numeri amari per la coalizione di centro destra. Per Giacomo Bugaro, vice presidente dell'Assemblea legislativa regionale , il problema è stato non credere nelle persone del territorio. Troppi paracadutati. Il risultato? Nemmeno un eletto anconetano. Come la vede? “La vedo molto male perché è un dato assolutamente negativo e il conto il Pdl l'ha pagato”. Parla di “territorio mortificato” Bugaro, che prosegue: “Sono assolutamente conscio del danno che il Pdl ha deciso di fare. Dobbiamo riflettere e porvi rimedio perché la qualità delle persone fa parte della qualità della politica”.

Buone notizie per Sel, che ha eletto la giovanissima Lara Ricciatti di Fano. E' infatti notizia di oggi che Laura Boldrini, che avrebbe dovuto rappresentare la provincia di Ancona alla Camera, verrà eletta in Sicilia. Dunque avanti la Ricciatti. Farà un pensierino anche sulle questioni del porto-interporto-aeroporto?: “Sono tutti temi che porremo ma quando non hai una maggioranza, è difficile avere provvedimenti immediati” ha detto la fanese.

ELEZIONI 2013: ELETTI MARCHIGIANI ALLA CAMERA

ELEZIONI 2013: ELETTI MARCHIGIANI AL SENATO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

Torna su
AnconaToday è in caricamento