menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni 2013: i candidati 5 stelle Marche incontrano i cittadini

Ieri pomeriggio, alcuni candidati per il movimento 5 Stelle hanno incontrato i cittadini anconetani in un'assemblea pubblica. Erano i candidati alla Camera Francesco Bellesi, Marco Costi e Andrea Fiordelmondo

I candidati del Movimento 5 Stelle hanno incontrato i cittadini di Ancona. L'incontro pubblico si è tenuto ieri pomeriggio alle ore 18:00, nella sala della prima circoscrizione. Presenti una ventina di cittadini molto attivi e partecipi. Hanno parlato Francesco Bellesi (11° alla Camera di Tolentino), Marco Costi (5° alla Camera di Porto San Giorgio) e Andrea Fiordelmondo (13° alla Camera di Numana). A quanti deputati puntano i pentastellati nelle Marche? Non ci pensano a fare previsioni e  non hanno risposto. Bellesi ha detto di non fare percentuali. “Non mi sbilancio” ha detto Costi.

Bellesi è un grafico pubblicitario e ha parlato di quando ha deciso di unirsi al movimento e ha raccontato come una fonderia del centro di Tolentino "è stata posta sotto sequestro, hanno appena finito di mettere in sicurezza i tetti in amianto dopo un nostro esposto". “Quando il cittadino si informa e condivide le informazioni - ha detto - le istituzioni non possono più fare niente” ha detto Bellesi.

Ha poi parlato Marco Costi, psicologo. Per prima cosa ha subito voluto dire la sua a chi li accusa di fare antipolitica, precisando che loro non sono contro la politica ma contro la partitocrazia, quella dei partiti colpevoli di non essersi mai occupati dello Stato e dei cittadini: “Siamo cittadini tranquilli che si sono stufati di essere sudditi e che vogliono informarsi e occuparsi di questo Paese”. A questo proposito si è scagliato contro i media, parlando di “Informazione controllata nella maniera più assoluta dai partiti” e ha ribadito: “L'unico mezzo di informazione attendibile è la Gazzetta Ufficiale”. Ha infatti lanciato la proposta di mezzi di informazione, che dovrebbero essere ad azionariato diffuso, dove nessuno dovrebbe controllare una quota azionaria più ampia del 10%.

Ha poi concluso Andrea Fiordelmondo, direttore per il Ministero del Lavoro. Lui ha parlato del suo territorio: la provincia di Ancona. Cosa faranno i membri del MoVimento per il capoluogo? Fiordelmondo ha toccato 3 punti. Api di Falconara: “Cominciare a pensare che quel sito industriale è da togliere perché probabilmente, da qui a 10 o 15 anni, non servirà più e serviranno altro tipo di investimenti. Gli idrocarburi si stanno esaurendo quindi gli investimenti vanno fatti in altre direzioni”. Parco del Conero: “Quello va valorizzato molto meglio, per esempio con la predisposizione di un parco marino”. Infine il porto dorico: “Il porto di Ancona, con un golfo che è uno spettacolo, è una cosa incredibile. Mi immagino per esempio che si possa fare una gara di idee in cui prendi i migliori progetti e costruisci una struttura che non solo è funzionale al porto commerciale, ma anche vivibile, in cui la gente ci sta bene dentro”.

I candidati sono poi rimasti a disposizione dei cittadini per rispondere alle loro domande.

GUARDA IL VIDEO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento