Primarie Pd: Stefano Foresi si presenta e sfida la Mancinelli

Si è presentato ieri lo sfidante di Valeria Mancinelli alle primarie comunali del Pd: Stefano Foresi. Lo ha fatto nella sala Box della Mole ed ha presentato vari punti, tra cui l'abolizione dell'Imu per i commercianti

“Io sto con Foresi”. Questo è lo spot che ha lanciato Stefano Foresi, ex Presidente di circoscrizione, alle primarie comunali del Partito Democratico.  Ieri, al suo primo incontro pubblico nella sala Box della Mole vanvitelliana ha chiamato a raccolta molti cittadini e personalità del centro sinistra anconetano.  Un Foresi che si è circondato di giovani per la sua campagna elettorale. Sono 4. Francesco Rozzi, 26 anni, studente di Scienze Politiche. Federica Fiordelmondo, 26 anni, laureata in Scienze Giuridiche. Benedetta Ridoni, laureata in Economia e Commercio e dipendente di Banca. Gabriele Stacchiotti, 43 anni, laureato in Scineze Politiche e impiegato amministrativo. Foresi ha detto di voler riallacciare un cordone ombelicale tra politica e cittadini. Questi ultimi “hanno bisogno di essere coinvolti” ha ribadito. Su cosa punta Foresi? Wi-fi libero, edilizia scolastica e abolizione dell’Imu sugli immobili che producono un’attività commerciale. Ha elogiato il volontariato che va incentivato e ha strappato applausi quando si è soffermato sulle partecipate, da cui dovrebbero uscire i politici: “La politica deve fare un passo indietro. Le municipalizzate devono essere gestite da tecnici competenti e i presidenti vanno scelti con una commissione esterna” ha ribadito.

In particolare Foresi ha parlato di 8 punti che fanno parte della sua idea di città:

Piano di edilizia scolastica.

Presidio di pronto soccorso in centro. Un’idea che, proprio nella stessa giornata, aveva espresso Italo D’Angelo, candidato sindaco per la lista civica “La Tua Ancona”.

Sostenere cooperative di giovani. Su questo Foresi ha parlato di una disoccupazione che sta raggiungendo numeri allarmanti e si deve trovare un modo “per ridare la società a giovani”. Si potrebbe fare con la creazione di cooperative gestite da ragazzi che, ad esempio possano sostenere un lavoro che si prenda cura del verde pubblico. “Pensate a quanti parchi abbiamo ad Ancona” ha detto Foresi.

Realizzazione di un’unità di strada per le manutenzioni per una maggiore efficienza e decoro pubblico.

Recuperare i contenitori abbandonati della città.

Sostenere il commercio con un migliore arredo urbano e la promozione del turismo per una città che accoglie. Guarda anche al commercio Foresi perché sa che il centro città non sta passando un periodo di benessere e ci sono delle attività che rischiano di chiudere entro l’anno. Un tema questo su cui non si può più sbagliare e Foresi trova la soluzione nel porto: “Pensate alle migliaia di croceristi che vanno accolti perché sono gli ambasciatori di Ancona nel mondo. I migliori ambasciatori possibili”. Un centro a misura di turista dunque. Va poi all’attacco dell’Imu. Mentre l'idea della Mancinelli è una modifica dell’aliquota sulla base della zona in cui è l’immobile, Stefano Foresi parla di abolizione della tassa per gli immobili che producono un’attività.

Connessione wi-fi gratuita da mare a mare  per una città on line.

Rilancio del porto e della Macroregione Adriatica. In particolare ha posto l’accento sulla pesca che in città darebbe lavoro a centinaia di persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento