Elezioni Comunali 2013

Valeria Mancinelli nuovo sindaco di Ancona: "Primo impegno ridare credibilità"

Prime cose che farò saranno molto ordinarie. Saranno riunioni con i collaboratori, con la giunta, con i dirigenti dei comuni per mettere a fuoco le questioni. Questo il primo commento del nuovo sindaco anconetano

Il nuovo sindaco di Ancona è una donna, per la prima volta. E' Valeria Mancinelli che ha rappresentato il Partito Democratico, insieme a Udc, Scelta Civice, Verdi e la lista civica Ancona2020. Ieri pomeriggio, quando ormai era chiara la vittoria dell'avvocato ha parlato in diretta nazionale ai microfoni di Sky e ha detto: “La situazione sicuramente non è leggera ma lo sapevo. E credo che dovremo avere un grande impegno e abbiamo una grande responsabilità, non solo per affrontare e risolvere i problemi complicati che Ancona ha, ma per ridare credibilità al governo della cosa pubblica e alla politica, come attività necessaria e utile alla comunità e non come purtroppo è stata vissuta in questi anni”.

Il dato dell'affluenza definitiva parla di un 60% degli anconetani che ha scelto di non andare a votare. Un dato di cui non si può tenere conto, ma il centrosinistra con Valeria Mancinelli ha vinto e lo ha fatto con 20.669 voti (62,59%), contro il suo avversario Italo D'Angelo che ha preso 12.356 voti (37,41%). Una vera depressione di afflueenza su cui hanno posto l'accento i grillini dorici con il loro candidato Andrea Quattrini che, tramite una nota stampa fa sapere: "Il risultato elettorale vede un sindaco votato da un anconetano su quattro, ed e' quindi espressione della minoranza degli elettori. Il nuovo Sindaco di minoranza dia voce anche agli anconetani che non l'hanno votata e cerchi, assieme alle opposizioni, di ridare credibilità alla politica e recuperare gli elettori che sono rimasti a casa. Ma la Mancinelli ha risposto a questo, tanto è che il suo commento è stato insignito del titolo di “migliore” dal blog di Giuseppe Civati: “Se mi sento delegittimata? Io porto sulle spalle la delegittimazione della politica e il mio primo impegno è di ridare credibilità e dignità. Abbiamo cercato di dare segnali di ravvedimento operoso e una parte della città ha creduto alla serietà del cambiamento. A un’altra parte questo non è bastato, e posso capirlo”.

Cosa farà ora il nuovo sindaco del capoluogo? Sempre alla giornalista di SkyTg24 ha detto: “Prime cose che farò saranno molto ordinarie. Saranno riunioni con i miei collaboratori, con la giunta, con i dirigenti dei comuni per mettere a fuoco le questioni e il calendario di lavoro. Sicuramente ci sono dei provvedimenti urgenti, uno tra i tanti è rinnovare il contratto di lavoro di 18 donne che lavoravano nei servizi, servizi che sono stati tagliati, e che se non provvediamo subito, a settembre sarebbero senza lavoro”.

Sulla pagina facebook del nuovo sindaco si susseguono i festeggiamenti virtuali e in tanti hanno lasciato dei commenti per complimentarsi con lei. Tra cui quello del deputato Emanuele Lodolini che ha scritto: “Sindaco di Ancona una donna, Valeria Mancinelli. Presidente della Provincia di Ancona una donna, Patrizia Casagrande Esposto. Beh da noi le cose le si fanno per bene. Toccherà chiedere le quote azzurre”.

Chiaramente delusione dall'altra parte. Italo D'Angelo sarà dunque all'opposizione. Su facebook si esprime Giacomo Bugaro che parla di un'”astensione record sintomo del distacco delle istituzioni” e scrive: “Mi sento di augurare sportivamente buon lavoro a Valeria Mancinelli nell' interesse della mia città, ringraziando Italo D'Angelo per l' impegno puntuale profuso in questa difficile campagna elettorale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valeria Mancinelli nuovo sindaco di Ancona: "Primo impegno ridare credibilità"

AnconaToday è in caricamento