menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto: Augusto Melappioni

Nella foto: Augusto Melappioni

Jesi: Melappioni e Bacci studiano le alleanze per il ballottaggio

Augusto Melappioni e Massimo Bacci, i due candidati a sindaco di Jesi che si sfideranno il 20 e il 21 maggio per la poltrona di primo cittadino, osservano la scacchiera politica per tessere le alleanze decisive

Augusto Melappioni e Massimo Bacci, i due candidati a sindaco di Jesi che si sfideranno il 20 e il 21 maggio per la poltrona di primo cittadino, osservano la scacchiera politica per tessere le alleanze decisive in vista del ballottaggio.

Il favorito, Melappioni, che ha incassato quasi il 41% dei consensi alla prima tornata, è più ingessato del suo sfidante: la sua coalizione è già nutrita e diventa dunque più complesso cercare accordi con altre forze, dunque l'obiettivo è quello di portare al voto gli astenuti della prima ora: “Apparentamento sì – dichiara al Corriere Adriatico – ma con la città”.

Massimo Bacci-3Maggior margine di manovra pare avere invece Massimo Bacci: con Jesiamo e Patto per Jesi ha portato a casa quasi il 21%, ma oltre all'appoggio del Pdl di Paolo Marcozzi (già incassato), il candidato punta all'apparentamento con le liste civiche, che sono molte e fanno gola: Insieme Civico, Noi Centro, Partito Popolare Sicurezza e Difesa.


Il Movimento a 5 Stelle di Massimo Gianangeli, che ha portato a casa quasi il 18%, ha già fatto ufficialmente sapere che non è disponibile a nessuna alleanza, mettendo dunque fuori dai giochi per entrambi gli sfidanti la dote più appetibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento