Spostare il seggio elettorale numero 8 nelle ex scuole, l'istanza del consigliere Baldassini

Per assicurare le misure anti assembramento e far fronte alle richieste degli anziani dei quartieri periferici, Baldassini ha chiesto che il seggio torni alla sua sede originaria

Marco Baldassini

Il consigliere comunale falconarese Baldassini Marco ha depositato una istanza in cui chiede il ritorno del seggio elettorale numero 8 nelle ex scuole elementari Carlo Lorenzini in via Campanella a Villanova, spostato in passato per mancanza dell’impianto di riscaldamento dei locali a esso dedicati. Secondo quanto spiegato dallo stesso consgliere, fino a poco tempo fa c’era il Centro del riuso, a cui accedono i tecnici Arpam per la centralina Falconara scuola posizionata sul tetto dell’edificio e dove tecnici comunali accedono quotidianamente per i controlli dello stabile, per prelevare documenti per l’archivio storico e svuotare la ex scuola per la futura demolizione.

E allora per assicurare le misure anti assembramento e far fronte alle richieste degli anziani dei quartieri periferici, Baldassini ha chiesto che il seggio torni alla sua sede originaria «in quanto nelle scuole Zambelli, essendoci ben 3 seggi elettorali, la struttura non è abbastanza grande per garantire gli accessi e la sicurezza degli aventi al voto e degli addetti ai lavori, maggior ragione se dovessero essere giornate di pioggia. Purtroppo anche questa volta, la Giunta comunale ha preso decisioni senza chiedere pareri e suggerimenti, deliberando gli spazi elettorali e le sedi dei seggi senza tener conto della popolazione anziana delle periferie, che vorrebbero esprimere il loro diritto al voto in piena sicurezza. Mi auguro sia accolta la mia richiesta per garantire al meglio le operazioni nelle giornate di voto e fa presente che giovedì prossimo alle 14 si convocherà presso gli uffici elettorali/anagrafe di via Roma la commissione elettorale e, anche se non ne faccio parte, sarò presente per sensibilizzare anche gli altri consiglieri comunali e l’ufficio elettorale stesso. Ricordo anche di aver depositato una mozione urgente con richiesta di convocazione del consiglio comunale d'urgenza per procedere alla messa in atto dei tamponi anti covid19 in auto, vista l'ordinanza del 12 agosto del Ministro Speranza per i rientri da Malta, Grecia, Spagna e Croazia. Una risposta attesa anche a seguito richiesta del sindaco ad Asur e Regione che la stessa dice di aver inoltrato ad aprile scorso nel periodo del lockdown».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento