Giovedì, 16 Settembre 2021
Elezioni Regionali 2020 Loreto

La chiamano "coniglia" perché ha 5 figli: manifesto imbrattato, candidata insultata

Brutta sopresa per la candidata della Lega, insultata per la composizione della sua famiglia: «Un dispetto che mi rende ancora più convinta»

Angela Galassi

Una brutta sorpresa quella ricevuta ieri mattina dalla candidata al Consiglio regionale Marche per il collegio di Ancona, Angela Galassi (Lega-Salvini Premier). Nel centro di Loreto, sua residenza, uno dei manifesti elettorali che la ritraggono è apparso imbrattato con la scritta "conilla", in dialetto anconetano "coniglia", con il volto della Galassi cancellato. 

L'offesa alla candidata è relativa alla sua famiglia numerosa: Angela Galassi è infatti madre di 5 figli e da sempre sostiene le politiche familiari. «Questo dispetto che mi è stato rivolto non fa altro che rendermi più convita che c'è bisogno più che mai di lavorare per rimettere al centro della società marchigiana la famiglia, vero punto di rilancio per la nostra regione e per la nostra economia. E' per questo che, nonostante tutti i miei impegni familiari, professionali e sociali, ho deciso di scendere in campo per provare a rinnovare il modo di fare politica nelle Marche». 

Manifesto imbrattato Angela Galassi Loreto-5

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chiamano "coniglia" perché ha 5 figli: manifesto imbrattato, candidata insultata

AnconaToday è in caricamento