Venerdì, 17 Settembre 2021
Elezioni Regionali 2020

Modifica legge elettorale, monito dal M5s allo stesso M5s: «Non firmatelo»

Martedì prossimo in Regione andrà in prima commissione la proposta di modifica della legge elettorale per introdurre il doppio turno e il ballottaggio

Foto di repertorio

No alla modifica della legge elettorale della Regione Marche ora per sgomberare il campo dai sospetti di qualsiasi accordo/inciucio al ballottaggio. Lo dicono dal Movimento 5 Stelle allo stesso Movimento 5 Stelle. Più precisamente lo dicono i candidati alle Regionali 2020 Andrea Quattrini, Stefania Pancioni e Paolo Paladini, insieme ai consiglieri comunali del capoluogo dorico Daniela Diomedi, Gianluca Quacquarini, Lorella Schiavoni e Andrea Vecchietti. Si rivolgono agli attuali consiglieri regionali pentastellati Romina Pergolesi, Peppino Giorgini, Piergiorgio Fabbri e Gianni Maggi. Infatti martedì prossimo in Regione andrà in prima commissione la proposta di modifica della legge elettorale per introdurre il doppio turno e il ballottaggio, nonostante la Camera dei Deputati, con il parere favorevole del Governo, abbia approvato un ordine del giorno per invitare le Regioni a non modificare le regole a tre mesi dal voto.

«Abiamo letto che anche il candidato di centro sinistra Mangialardi si è espresso contro l’ipotesi di cambiare ora la legge elettorale. Bene. - si legge in una nota dei primi grillini - Auspichiamo che anche i nostri consiglieri regionali si attengano a quanto deciso dai nostri Parlamentari e votino contro questa PDL e, se qualcuno di loro l’avesse firmata, ritiri immediatamente la firma. Ciò anche per sgomberare il campo dai sospetti su intenzioni di fare accordi al ballottaggio, considerato che l’assemblea degli iscritti marchigiani si è più volte espressa contro qualsiasi ipotesi di alleanza».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modifica legge elettorale, monito dal M5s allo stesso M5s: «Non firmatelo»

AnconaToday è in caricamento