menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gianni Maggi

Gianni Maggi

Regionali 2020, Gianni Maggi: «Con vittoria di Acquaroli rischia anche il governo»

Uscito nei mesi scorsi dal gruppo regionale del Movimento 5 Stelle ora l'ex candidato governatore grillino si candida con la lista di centrosinistra 'Marche coraggiose' di cui è capolista nel collegio di Ancona

ANCONA - «Favorire la vittoria della Meloni e Salvini, non replicando nelle Regioni la coalizione del presidente Conte, mette in pericolo il Governo di Roma. Questo i notabili del Movimento 5 Stelle delle Marche lo sanno bene ma evidentemente ci sono altri interessi in gioco che non sono quelli dei marchigiani». E' quanto dice il consigliere regionale Gianni Maggi. Uscito nei mesi scorsi dal gruppo regionale del Movimento 5 Stelle ora l'ex candidato governatore grillino si candida con la lista di centrosinistra 'Marche coraggiose' di cui è capolista nel collegio di Ancona.

Maggi, nelle Marche, è stato tra i promotori di un dialogo tra Pd e M5S per costruire un'alleanza civica di centrosinistra con un candidato non di partito. Un'ipotesi poi rigettata dai vertici del Movimento. «Arriveranno 10 miliardi di fondi europei che potevano essere gestiti da un governo regionale identico a quello nazionale- conclude Maggi- Ma la soluzione equilibrata e ragionevole, un candidato civico come Conte a Roma, è stata rifiutata dal M5S per far mancare i voti alla coalizione che si contrappone a quella della destra di Acquaroli. Coerenza e schiena dritta sono le incredibili e strumentali giustificazioni di chi ha ignorato la volontà della maggioranza degli iscritti. Quelli che come me non si sono piegati al disegno scellerato di pochi per creare un'alternativa coerente con la linea politica del presidente Conte, vengono trattati da traditori e insultati».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento