Bertoglio (Riva Destra-FdI): «Ok Acquaroli, serve gente che non si fa comprare»

Il vice segretario nazionale di Riva Destra e dirigente regionale Fratelli d’Italia Marche interviene sulla candidatura di Francesco Acquaroli per il centrodestra

Da sinistra Angelo Bertoglio e Francesco Acquaroli

Angelo Bertoglio, vice segretario nazionale di Riva Destra  e dirigente regionale Fratelli d’Italia Marche, interviene sulla candidatura di Francesco Acquaroli alle prossime elezioni regionali. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Vincere nella regione Marche con Francesco Acquaroli Presidente, può essere e spero di cuore che lo sia, il punto nascita di un grande progetto per costituire una grande “Alleanza per la Regione” con i partiti del Centrodestra, con le associazioni, movimenti e liste civiche, oltre che con tutte quelle persone che ancora credono nella storia, nella cultura, nella tradizione, nelle eccellenze professionali, artigianali e manifatturiere delle nostre amate Marche.  Il nome di Francesco Acquaroli è uscito dal tavolo nazionale del CentroDestra, contestualmente alla scelta del nome per la presidenza del Copasir, andata a Raffaele Volpi della Lega. Fratelli d’Italia è sempre stato un movimento onesto e di parola, che si è sempre fortemente speso per sostenere lealmente i candidati dei partiti alleati alle scorse elezioni regionali, vedi l’Emilia Romagna con Lucia Borgonzoni, l’Umbria con Donatella Tesei e in Calabria con Jole Santelli.  Per superare e vincere questa ennesima sfida, c’è bisogno di tutti, nessuno escluso (se non quelli che si escludono da soli, i soliti noti in cerca di poltrone per le sole ambizioni personali). C’è bisogno di Donne e Uomini che non si possano né comprare e né vendere. Donne e Uomini che sono fedeli e onesti fino nell’intimo della loro anima. Donne e Uomini che non hanno paura di chiamare il male con il suo vero nome.  Donne e Uomini la cui coscienza è fedele al proprio dovere come lo erano i nostri padri fondatori. Donne e Uomini che si schierano dalla parte dei cittadini per ridare loro giustizia e dignità, anche se dovesse cadere i cielo. Francesco Acquaroli è un giovane con una reale e trasparente esperienza amministrativa, conquistata sempre con i voti reali degli elettori,  che lo hanno portato prima in Consiglio Regionale, poi alla guida come Sindaco di Potenza Picena, ed oggi in Parlamento come deputato delle Marche. Francesco è la migliore scelta possibile per conquistare la nostra regione, perché metterà in atto una forte evoluzione 4.0, una rivoluzione capace di costruire una reale spinta propulsiva per lanciare e rilanciare le Marche in Italia, in Europa e nel mondo e tornare ad accompagnare le numerose categorie che nei territori stanno aspettando la fine degli slogan per un serio ritorno alla politica dei fatti». 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Elezioni regionali, il nuovo presidente della Regione è Francesco Acquaroli - LA DIRETTA

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • La sindaca riapre le scuole, ma il Savoia-Benincasa non ci sta: «Noi restiamo chiusi»

  • Si schianta con un'auto, camper si ribalta: un ferito è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento